“Tanto per cambiare”: Brachetti!

Arturo Brachetti. L’uomo dai mille volti, il re dei trasformisti, uno degli artisti italiani più noti e amati al mondo, ebbe il primo lavoro a Parigi, 1979, Paradis Latin. Da allora, non ha più smesso di fare spettacoli.

Originario di Corio Canavese, cresciuto a Torino, in periferia, a 11 anni andò in collegio dai salesiani, e lì cominciò le sue magie. Proprio martedì compie 58 anni, estetico segno della Bilancia.

Ora è in tournée con lo spettacolo «Brachetti che sorpresa», sempre esaurito, aggiunta la data di Asti, giovedì 22: e si regala il debutto come scrittore.

Parla qui per la prima volta di «Tanto per cambiare», Baldini&Castoldi, che sarà presentato oggi DOMENICA 11 OTTOBRE a Torino, ore 15,30, oratorio di San Filippo, per «Portici di carta»: è un romanzo di formazione, la storia di un bambino che diventa adolescente. Si chiama Renzo, è timido, ama travestirsi, i genitori non lo capiscono, non ha la fidanzata, ha un ex amico che gli vuole male e un amico del cuore che lo accompagna. «L’amico del cuore è quello che ritroviamo su Facebook – dice – e se lo incontriamo non sembra passato un giorno da quando avevamo 16 anni. Mi sono ispirato all’amicizia tipica di Aldo, Giovanni e Giacomo (Brachetti è il regista dei loro spettacoli, n.d.r.). Lo avrei voluto fare più goliardico, ma, essendo un libro per ragazzi, mi sono trattenuto».

tanto per cambiare libro di arturo brachetti

Continua a leggere su http://www.lastampa.it/2015/10/11/blogs/cose-di-tele/tanto-per-cambiare-brachetti-mrwpn8uLRH3jN6HITC6v1I/pagina.html

Un pensiero riguardo ““Tanto per cambiare”: Brachetti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.