Attore e Prestigiatore: tecniche recitative a confronto nel teatro di Tommaso Armaros #recensione #review

Sono molto felice che Tommaso abbia pubblicato questa sua tesi di laurea perché è un libro che arricchirà tanto i prestigiatori quanto gli attori.

Tutti abbiamo in mente l’assioma di Robert-Houdin che recita “L’illusionista non è che un attore che recita la parte del mago.” Ma quanto è così? Se incontriamo per strada personaggi come Silvan, Alexander o Martin vediamo un mago o un attore che in scena recita la parte del mago?

In questo volume la risposta perché Tommaso ben analizza le due figure a partire dalla storia che ha caratterizzato le due arti. Una parte piuttosto corposa quanto fondamentale per capirne origini, sviluppo, idee, tipologie. Due storie parallele dove spesso le strade sono state più similari di quello che pensiamo. La base storica è importantissima in ogni arte e va conosciuta. In questo testo interessante è proprio il confronto proposto.

La seconda parte è tutta incentrata proprio sulle differenze e similitudini tra un attore e un prestigiatore anche traendo spunti da libri quali i testi di Bartolacci e Burger (per la prestigiazione) o Stanislavskij e Čechov (per il recitare). Si analizzano atteggiamenti, posture, le varie tipologie della messa in scena magica, la dizione, la recitazione, la misdirection etc.

La bravura dell’autore sta nell’analizzare la componente legata al mondo magico spiegandone i meccanismi senza svelare troppo o dover descrivere le soluzioni ai vari effetti il tutto con uno stile preciso e approfondito quanto discorsivo e mai pedante o noioso. Si capisce che conosce in maniera approfondita e appassionata la materia.

Conclude il libro una terza sezione dedicata alla psicologia, ma sempre intesa come applicata all’andata in scena.

Piano piano si va bene a delineare un quadro delle due arti dello spettacolo e Se un mago non è, necessariamente, un attore è consigliabile però che sappia di recitazione perché questo può coadiuvare la messa in scena come ad un attore può servire, per creare un proprio personaggio, conoscere anche alcuni escamotage del mondo della prestigiazione.

Tommaso spiega bene anche ricorrendo alle esibizioni di personaggi quali Raffaele Scircoli, Vanni De Luca o Tiziano Grigioni cosa sia oggi una messa in scena che può arrivare a colpire in maniera costruttiva e affascinante l’immaginario dello spettatore perché il teatro è sempre una magia.

Il libro si può reperire al seguente link https://ilmiolibro.kataweb.it/libro/saggistica/581883/attore-e-prestigiatore-3/

Di Luca Ramacciotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.