Recensione Festival Internazionale della Magia #FIDM2019

Nella magica terra di San Marino, torna l’appuntamento con il festival, giunto alla ventiduesima edizione.

#sanmarino #fidm2019 @festivalmagiasanmarino #recensione #festival #magia #trofeoarzilli #concorso #magicagilly #magialdia @magialdia

Durante la prima giornata, il festival si è aperto con una conferenza scoppiettante sull’utilizzo di effetti scenici con il fuoco, tenuta dal gruppo della Ultimate Fire Production, mentre nel pomeriggio, Tony Polli ha tenuto una fantastica conferenza sul close up, spiegando in modo molto dettagliato gli effetti mostrati.

Nella serata, presentata da Andrea Baioni, si è tenuto il Trofeo Arzilli, al quale hanno partecipato Aba Dark Illusionist, Luca Costa, Luca Lombardo, Fabrice le Temps, El Diablo, Mario Occhipinti, Mr. Dodo, Leo Fanelli, Antone and Rose, Francesco della Bona, Willow Domanski, Mycras, Maddalena, Erik Baron, Johnny Bucci, Mirco Corpo e Starboy Ivon, 17 concorrenti tra i quali si nascondono giovani promesse ed ottimi illusionisti.

Nella seconda giornata, uno strabiliante Herbay Montana ha svelato i segreti del Pickpocket, poi, Gianni Mattiolo, Rudi Miserocchi ed Aldo Ghiurmino, hanno tenuto un’interessante conferenza sulla magia in tv, facendo riferimenti storici, mostrando varie illusioni e spiegando come sia possibile sfruttare il video per fare magia.

Dalla Spagna poi, Xulio Merino ha mostrato e svelato diversi effetti possibili con le palline di spugna.

Alain Iannone infine, presenta il concorso di close up, al quale hanno partecipato Davide Lombardo, Ludovico Lombardi, Matteo Carraro e Raffaele Guberti.

Nella serata di gala, strepitosa dall’inizio fino alla fine, presentata da Gabriel, sono saliti sul palco la Magica Gilly in apertura, Mihajlo Jankovic #mihajlomagic , con un elegante numero di magia con le colombe, Herbay Montana, con un esilarante numero di Pickpocket, Dhayaa, con una veloce ed energica manipolazione di carte e ventagli, Beryl Trupin @beryl_illusionist , con la sua fantasiosa magia con i palloncini, Raul Cremona @raul_cremona , con il suo umorismo e la sua magia comica, Willow, con la sua scoppiettante energia e la sua meravigliosa capacità di modellare palloncini, Nans Marco @nansmarco , con un numero di ventriloquia parlata e cantata che ha emozionato e portato il pubblico direttamente a Broadway ed infine i Queen Illusion, con le loro grandi illusioni.

Nell’ultimo giorno, dopo la conferenza di Raul Cremona sulla comicità nella magia, si sono tenute le premiazioni: vincitore del trofeo Arzilli è stato Francesco della Bona, mentre per il close up il premio non è stato assegnato. Inoltre, Erik Baron vince la qualificazione al Masters of Magic, Maddalena Ricciardi vince il premio Magialdia (oltre ad aver ricevuto una menzione speciale dalla giuria) e Mirco Corpo e Gino d’Alessandro vincono un premio speciale dallo staff del FIDM.

Dopo la premiazione, si è tenuto il gala di close up di tutto rispetto, presentato da Alain Iannone, che ha visto la partecipazione di Gino d’Alessandro, Stefano Paiusco e Gianluigi Sordellini, Tony Polli ed infine Xulio Merino.

Per concludere il congresso, un ultimo spettacolo dedicato alle famiglie: Ivan Mistereko porta in scena il suo Abrakadabra for Kids insieme al Mago Loran (Mario Andreoli), Willy Comedy (William Capetola), Mago Frack (Franco di Biase) e Fabrice le Temps (Fabrizio Buccella).

Ogni volta che termina questo congresso, si sente già la nostalgia mentre si scende dal Kursaal, perché la magia creata dallo staff è tanta, che si prodiga ogni anno per creare un’aria piena di incanto e meraviglia, in cui ogni mago o babbano che sia, riesce a tornare bambino per qualche giorno. Un ringraziamento quindi va a tutto lo staff, composto da Gabriele Merli, Gilly, William Fulvi, Matteo Giorgetti, Mario Baldantoni, Angela Signoretti, Vincenzo Russo, Aldo Ghiurmino, Alessandra Massi, Saverino La Placa, Renzo Topino, Ermanno Stefanini, Sacha Bruni, Gianni Paparo, Lorenzo Para, Kevin Gualandris, Alex Bertuccini ed Alessandro Ruffato.

Al prossimo anno!

Di Francesco Rizzo, foto di Pietro Nissi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.