Gianluigi Sordellini – Intervista di Roberto Bombassei

“Come quando in campagna, la sera, le mucche tornano dal pascolo e le vitelle accorrono loro incontro con alti muggiti, così intorno a me si affollarono i compagni, una volta che ebbero riacquistato il loro aspetto di sempre. Piangevano tutti come bambini ed erano felici, quasi fossero tornati a Itaca ricca di sole, nelle terre dei padri “(Odissea, X,410)

Conosco Gianluigi da diversi anni e sempre mi entusiasma per la sua voglia di vivere, per la sua voglia di fare, per la sua voglia di prendere decisioni. Mi stupisce tutte le volte con i suoi effetti e tecniche cartomagiche, porgendomi sempre il suo sincero sorriso. Gianluigi è così: uomo sanguigno, sorridente, amante della vita, aperto al dialogo. Ma, per chi lo conosce nel profondo, come penso lo conosco io, è estremamente umile, sincero e soprattutto vero. Ed è proprio questo suo lato vero che lo porta ad aprire nuove strade nel nostro fantastico mondo magico.

“Roberto, grazie per avermi pensato, anzi a dire il vero sei il primo che ha deciso di intervistarmi nonostante l’unica popolarità che potrei avere nel mondo magico è il mio essere libero e soprattutto il non essermi mai inclinato ai chiamiamoli “poteri forti”, anche se sono oltre 40 anni che mi chiedo di forte cosa possano avere.

1) Sei uno dei migliori cardician italiani. I tuoi incontri e le grandi amicizie che hai avuto e i tuoi progetti editoriali con loro.

“ Non saprei dirti se sono considerato uno dei migliori cardician italiani, anche se una volta qualcuno molto umilmente me lo scrisse, di certo sono un cardician sfegatato e dichiarato e non cambio la mia figura a seconda di quello che potrei momentaneamente prendermi da un fascio di luce, nel senso che non vedrai mai un Gianluigi Sordellini che da cardician si possa presentare ad un programma TV come mentalista e oggi sappiamo bene il cambio di immagine ai quali si sottopongono diversi prestigiatori del panorama nazionale per avere un pochino di luce. I miei incontri magici fondamentalmente sono stati 3: il Prof. Eugenio Dellanno che mi ha avviato e instradato al mondo della Magia, la conoscenza di John Mendoza il mio padre spirituale magico, che ha stravolto la mia strada, facendomi da subito capire quale sarebbe stato il mio percorso e ultimo quasi recente ma risale a 7 anni addietro, la conoscenza con Damaso Fernandez che oggi è diventato l’emblema del mio pensiero magico e di tutte le attività dell’Università Magica Internazionale “Damaso Fernandez”. Sia a John Mendoza che a Damaso, ho dedicato due progetti editoriali, sul loro modo di intendere la cartomagia, al primo un libro dal titolo “52 Modi di Essere” e al secondo un libro dal titolo Damaso Fernandez “La Cartomagia”.

Penso di essere anche stato il primo a produrre negli anni 90, per conto dell’azienda Difatta, una delle aziende leader in campo magico, due VHS interamente dedicati alla cartomagia dal titolo: Esperienze cartomagiche vol. 1 e 2, ricevendo complimenti anche dal Dott. Riccardi, icona mondiale della magia italiana, ma anche se posseduti dalla maggior parte dei maghi italiani, mai divenuti interesse dell’allora organo portante della Magia Italiana. Tante altre sono state le pubblicazioni ed in particolare un progetto dal titolo Touchless, ossia la possibilità di interagire con uno spettacolo cartomagico, senza però mai toccare le carte, facendo sì che gli spettatori, avessero la doppia funzione di spettatori e protagonisti, che l’anno successivo è diventato un cult calcolando le imitazioni che seguirono allo stesso progetto presentato dal sottoscritto. Brutto da dire, ma sembra quasi che avessi previsto la pandemia già anni addietro”

2) Dal 2016 hai creato qualcosa di veramente unico, che esce dai soliti schemi di associazioni e club. Parlaci di UMI

“L’UMI Università Magica Internazionale, poi divenuta Università Magica Internazionale “Damaso Fernandez”, proprio in onore del Maestro Damaso oggi il nostro Presidente Internazionale, con sede legale in via Solacciano 42 – 04026 Minturno (LT), è un progetto nato credo nel 2015, un poco per ribellione ad un sistema obsoleto e purtroppo “colluso”, del vecchio mondo magico. Iniziato come tutte le cose che facciamo un po’ per scherzo, credo sia oggi in brevissimo tempo, la seconda realtà magica più forte presente sul territorio. In campo politico saremmo stati definiti l’“Opposizione”.

Lo slogan che usiamo portare avanti come fosse un rituale magico è: Liberi di Essere / Liberi di Pensare. A dire il vero non siamo in contrapposizione con nessuno, ma semplicemente neanche siamo sotto il deretano di nessuno. Siamo forse anche l’unica realtà veramente autonoma ed indipendente. In soli cinque anni, abbiamo collezionato:

  1.  i migliori tour di conferenzieri in assoluto, riportando il grado culturale e tecnico alle stelle;
  2.  una rivista online UMI MAGAZINE copertinata nella prima edizione dal campione FISM Fabrini Crisci;
  3.  3 Congressi Magici Internazionali
  4.  4 edizioni del Trofeo da close up dedicato a Damaso Fernandez
  5.  Fatto nostro il Premio Vinicio Raimondi a ricordo di quello che fu uno dei più grandi rappresentanti mondiali della magia italiana.
  6.  Una sede nella quale oltre alle attività di Club, realizziamo spettacoli e cene spettacolo, avendo una superficie di circa 400 mq
  7.  Viaggi studi all’estero, e credo che anche in questo siamo gli unici, che organizzano con i propri allievi, per farli migliorare e crescere circondati dalla migliore magia al mondo che personalmente reputo quella spagnola.
  8.  Portato un ragazzino di soli 13 anni all’epoca e 16 oggi, in soli 3 anni, a solcare palcoscenici internazionali a partire dal Masters of Magic sino al Teatro Houdini di Madrid e la Cuchara Magica a Leganés.

L’obbiettivo che si propone l’UMI è quello di rivalutare la Magia cercando di rimettere la Regina delle ARTI al proprio posto, culturalmente e tecnicamente parlando, ma soprattutto far capire che i risultati si ottengono non attraverso You Tube, ma attraverso uno studio serio e approfondito della materia sotto la guida di altrettanti seri Maestri. Vogliamo riportare l’importanza dei concorsi, cercando di offrire un panorama onesto, trasparente e soprattutto meritocratico, senza sotterfugi o interessi personali o manovre di ogni tipo.

Intendiamo continuare ad allargare i nostri contatti con il mondo intero per mantenere anche più elastico il nostro pensiero mediante la contaminazione di diverse realtà magiche mondiali.”

3) Durante il covid sei stato il primo al mondo a creare qualcosa che non era mai stato fatto.

“La fortuna che caratterizza l’UMI e me personalmente, è l’intraprendenza, ossia la capacità di vedere sempre oltre e anticipare eventi che alla fine sono stati approvati da tutti. Come dici tu, nel periodo covid che è ancora il periodo attuale, abbiamo realizzato qualcosa di veramente unico, ossia 60 serate consecutive di conferenze gratuite per tutti, con 60 fra i migliori artisti mondiali della Magia. Abbiamo realizzato diversi Galà Magici online che hanno superato il tetto previsto di visualizzazioni. Ci siamo prodigati ad istituire un servizio online di corsi a favore dei nostri associati, che ancora oggi ne usufruiscono, ma soprattutto sono nati due progetti trai quali l’Italian Escorial.

Cosa è l’Italian Escorial? È molto semplicemente un gruppo di studio online dove ogni mese in totale democrazia si decidono gli argomenti da trattare, e ogni lunedì del mese, ci si incontra online per discuterne la tematica, mostrando e spigando effetti che poi vengono rivalorizzati con idee da parte di tutti i presenti. Fino a qui nulla di nuovo si potrebbe dire, se non fosse che nel gruppo abbiamo la costante presenza di Artisti del calibro dello stesso Damaso, Israel Rodriguez, Felipe Suau, Yago Illusionista, Antonio Kamimoto, etc. etc. con i quali condividiamo idee e pensieri magici, in maniera del tutto gratuita. Un solo prezzo da pagare per essere dentro all’Italian Escorial, è una quota mensile di 10 euro che serve ad esclusiva copertura spese e che permette agli stessi iscritti di accedere da subito ad un contenitore aperto sulla piattaforma di corsi online dell’UMI all’indirizzo UMICARDMAGIC.it, all’interno del quale troverà tutti i video trattati mensilmente nel gruppo, ossia avrà a disposizione da subito oltre 200 ore di incontri già fatti nel 2020. Insomma, come si dice, al solo costo di una colazione al mese, si avrà un arricchimento culturale magico credo davvero UNICO nel suo genere. Oltre a questo continuiamo nelle solito conferenze online, abbiamo in attivo un CAMPUS ONLINE di 7 giorni interamente dedicato all’apprendimento della Mnemonica Rapsodiana edita dall’artista cileno Israel Rodriguez e tantissime altre iniziative, tra le quali una in particolare anch’essa nata per scherzo che abbiamo chiamato il Magic Match (MM), ossia incontri didattici nei quali due conferenzieri di spicco nel panorama magico mondiale, mettono a disposizione dei presenti le loro 5 migliori routine, una sorta di stimolazione a dare e allo stesso tempo a ricevere.

Credo che le nostre iniziative siano uniche proprio perché nate per scherzo e resteranno uniche fino a quando non ci vengono copiate come solitamente succede un po’ per mancanza di idee proprio nel panorama magico, ma questo a noi non disturba, anzi ci fa capire di quanto siamo attenzionati anche dai vertici del vecchio mondo magico, che pur di rimanere sui loro piedistalli, continuano a seguirci da dietro le tende delle finestre chiuse.”

4) Umi world e i nuovi progetti. Cosa ha in futuro l’UMI per il mondo magico?

“Diciamo che al momento ci stiamo espandendo territorialmente, nel senso che ci chiedono le aperture di sedi italiane e non, e proprio a tal proposito abbiamo aperto tre sedi regionali, Sicilia con la presidenza di Danilo Proietti, Molise con la Presidenza di Nicola Salem e Veneto con la Presidenza di Stefano Paiusco. Abbiamo altresì una sede legale a Leganés c/o la Cuchara Magica, una sede in Irlanda – Inghilterra presieduta da Francesco Leandrini e una sede in Tunisia curata da Ciro Caternicchia. Stiamo anche attivandoci per creare un corpo docenti nazionale e tantissime altre attività che leggerete successivamente.

Un progetto molto ambizioso. È ultimamente affiorato e reso ufficiale che è la World Magic Federation, ossia una Federazione Magica di Maghi e clubs con il solo intento di creare un nuovo mondiale, alternativo a quello più importante già presente che è appunto la FISM. A tal proposito abbiamo già ricevuto diverse adesioni da diverse parti del mondo, ma aspettiamo l’evoluzione della Pandemia per iniziare a ragionarci su seriamente.

Oggi non siamo in grado neanche di progettare il nostro rituale Congresso Magico Centro Italia, proprio perché non sappiamo cosa succederà domani, ma confidiamo e speriamo che al più presto si possa tornare a godere dei rapporti umani e dallo stare bene insieme tutti come una sola famiglia.

Penso di essere riuscito a condensare tutto o almeno quasi tutto e vorrei ringraziare il mio fidato amico e Vicepresidente Giuseppe Falanga, e tutto il Direttivo UMI a partire dai miei figli Luca e Andrea, Lorenzo Orlandi, Giuseppe De Vincenti a tantissimi altri che non sto qui ad elencare.

Un grazie particolarissimo a quel ragazzino che è stato lo stimolo che mi ha fatto andare avanti ed arrivare a tutto ciò che sto realizzando che è Gino D’Alessandro e al mio Presidente Damaso Fernandez, e soprattutto un grazie a te Roberto per avermi dato il tuo spazio cosa che ripeto nessuno dei titolari di blog magici ha mai fatto ne miei confronti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.