Stasis by Jambor #recensione #review

Di Salvatore Maria Ciccone AKA Saykon @mago.saykon

Sono particolarmente scettico su questo articolo. Il Trailer del prodotto dice “no Magnets, no Invisible thread” e quando apri il cofanetto, trovi questi due elementi…

È un effetto di equilibrio, anzi un puzzle che sfida le leggi della gravità. Viene fornito con tutto il necessario, più due gimmick pronti all’uso, sia per la versione con oggetti più leggeri, oltre che adatto a presentare la versione “in mano allo spettatore”, sia per la versione con oggetti più pesanti, eseguibile solamente nella mano del performer. Ho sempre amato la versione di ballance spiegata nel cofanetto di Paul Harris, e subito questa versione proposta da Jambor mi ha stuzzicato l’interesse.

Il package è davvero intrigante, spiegazioni online nel dettaglio, in cui spiegano in cosa consiste il contenuto, come eseguire la performance base, come ricreare il gimmick in caso di rottura, o se si vuol modificare, ed infine come eseguire la versione “con oggetti pesanti” assieme a idee bonus.

Contro:

– soffre molto di angoli, sebbene nelle spiegazioni illustrino come occultare il principio nel migliore dei modi e riducendo al minimo il rischio.

– Sebbene il trailer dica il contrario, non è completamente onesto, sul punto annunciato all’inizio.

Pro:

– Il gimmick permette di adoperare oggetti di un certo peso, e tanti oggetti chiesti in prestito con cui assemblare la struttura

– Pratico da portare dietro. La versione col portafogli lo rende un effetto abbastanza impromptu

– Estremamente scenografico. Sicuramente adattissimo alla videocamera, e comunque attira l’attenzione dei tavoli vicino se adoperato nei giusti contesti (ci vuole parecchia pratica)

– La versione in mano allo spettatore è davvero magica e fa uscire fuori di testa

Sicuramente non è uno strumento base, bisogna avere consapevolezza sia del gimmick in sé, che delle condizioni di lavoro che della gestione dello spettatore.

Se non fosse per la dicitura nel trailer circa il “no invisible thread, no magnet”, penso che sia davvero un buono strumento di lavoro.

Ps il magnete non serve propriamente a tenere in equilibrio il tutto, quindi ci può stare “no magnets”…

Distribuito da Murphy’s Magic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.