#SuperMagic2020 #Recensione #Review

Di Luca Ramacciotti

Bellissimo spettacolo e serata, in scena Supermagic ( 30/1-9/2/2020, Roma, Supermagic Illusioni ), uno show d’eccellenza, con grandissimi artisti provenienti da tutto il mondo.

Ma vediamo in ordine questa diciassettesima edizione di Supermagic che non vede un vero e proprio tema conduttore, ma la presenza tra il pubblico di Matteo Fraziano forse la sorpresa più bella della serata in quanto vedere un giovane esibirsi con tanta bravura, spontaneità e professionalità fa molto piacere.

A fare gli onori di casa Remo Pannain, il patron della manifestazione apre i due atti dello show con il consueto garbo.

Dal Giappone il meraviglioso Den Den, che porta ad un nuovo livello la manipolazione con un tocco giapponese dove le carte non solo cambiano di colore, ma si trasformano e moltiplicano in origami a forma di gru in un’esibizione che si chiude a “cerchio” (ma non sveliamo il finale).

Lo statunitense Rudy Coby porta sul palco romano la sua simpatia umoristica da cartoon della Warner Bros. Simpatia (e bravura) ai massimi livelli.

Raffaele Scircoli, con coinvolgimento di pubblico, porta la magia alle atmosfere sciamaniche e misteriche con eleganza e un sorriso negli occhi caratterizzando la sua esibizione con un’unicità particolare.

Chiude la prima parte dello spettacolo Paolo Carta con le sue illusioni di alta adrenalina e di grande impatto sul pubblico.

La seconda parte dello spettacolo parte con lo stile di Marko Karvo, l’artista finlandese riporta la classe e l’eleganza del mago “classico” con il suo numero di apparizione di colombe, pappagalli e gabbie. Siamo ad altissimi livelli!

Tuttilifamili si caratterizzano per una magia delicata, romantica e con un leggero humor spagnolo. Davvero innovativi.

Magus Utopia ci trascina in una notte sabbatica di incubi dove l’ironia, il ballo acrobatico e l’innovazione va ad un ritmo incalzante. Si perde, per chi è seduto al lato opposto, ciò che accade tra il pubblico durante la parte dell’inseguimento anche se è facilmente intuibile la conclusione.

Si segnala l’ottimo accompagnamento musicale dal vivo.

Solo un appunto in un teatro come l’Olimpico forse converrebbe fare delle serate in più e non vendere i posti laterali perché (forse io so dove deve andare l’occhio) si possono penalizzare esibizioni come quelle di Rudy Coby, Tuttilifamili e Magus Utopia.

Una incredibile occasione per vedere artisti di caratura internazionale, uno spettacolo da non perdere assolutamente!

Maggiori informazioni sullo spettacolo su 30/1-9/2/2020, Roma, Supermagic Illusioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.