#Intervista a Antonio Vizzi del Club Magico Salentino “Il Carro”

Di Christian Scarpa.

Dopo lo strepitoso #successo di Prestigi a Sud Est abbiamo avuto il #piacere di intervistare #Antonio #Vizzi, alias il “ #Mago Tony”, per conoscerlo e per scoprire insieme cos’è il suo Club Magico Salentino “Il Carro” e come funziona la sua Scuola di Magia.

Buongiorno, Antonio. Quando hai deciso di fondare il Club Magico Salentino “Il Carro”, e perchè?

Il #Club ha preso forma nel 2014, ma il desiderio di realizzare questo #progetto è sempre stato nei miei pensieri, sin da quando partivo per i vari  congressi sparsi in #Italia per apprendere nuovi segreti e nuovi effetti da inserire nei miei spettacoli. Sin da allora sognavo di riunire sotto lo stesso #tetto gli amici e colleghi della mia #terra per portare i Maestri da noi più tosto che dover spostarsi in continuazione alla ricerca di nuove nozioni sull’arte magica.

Le mie motivazioni erano dunque semplici: portare la cultura dell’arte magica nella mia terra, per diffonderla e farla conoscere accrescendone il valore artistico tra il pubblico salentino. Nel 2014 grazie all’aiuto di alcuni amici abbiamo messo in scena il più grande spettacolo di illusionismo mai visto a Lecce, il “Fun Magic Show” nella cornice del Teatro Politeama Greco di Lecce con la partecipazione di grandi artisti quali Mirco Menegatti, Alberto Giorgi, Trabuk, Francesco Scimemi e Gianni Loria.

In quell’occasione, sfruttando il richiamo di nomi illustri del panorama artistico italiano, abbiamo iniziato a prendere le adesioni per quello che di lì a poco sarebbe diventato il Club Magico Salentino “Il Carro”. Infatti nel settembre di quell’anno ci fu la prima riunione ufficiale del Club e tutto prese il via.

Da subito abbiamo aderito al Club Magico Italiano e come delegazione cittadina ed ottenuto di entrare nel circuito delle conferenze organizzate dal C.M.I. e ci siamo attivati per mettere in scena degli spettacoli collettivi di cui il fiore all’occhiello è “Prestigi a Sud-Est” di cui andiamo veramente fieri. Da allora abbiamo ospitato oltre 30 conferenze e fatto decine di spettacoli come Club, ma soprattutto siamo diventati una vera famiglia, in cui si festeggia, si litiga, ci si diverte e si studia ed ognuno a modo suo porta ricchezza con il proprio impegno e la propria passione.

Parlaci del club. Come è strutturato e quali sono i costi di iscrizione?

Il Club si riunisce con cadenza settimanale e le attività sono suddivise in due macro categorie. Le attività della scuola con gli associati “Junior” (a loro volta suddivisi tra I partecipanti alla Scuola di Magia e coloro i quali hanno già affrontato il percorso scolastico) e le attività rivolte ai soci “Senior” che sono anche i docenti della scuola.

Durante le riunioni dei soci “Senior” in genere si pianificano gli spettacoli o le attività della scuola e si fa programmazione delle conferenze e di tutte le attività del Club oltre che naturalmente scambiarsi idee su nuovi effetti e confrontarsi su tematiche ovviamente inerenti all’arte magica.

Per poter aderire come socio “Senior” è indispensabile avere una certa esperienza e cultura magica comprovata. Non ha importanza essere dei “professionisti” ma basta dimostrare di avere le conoscenze giuste per poter accedere ad esempio alle conferenze dei professionisti che ci vengono a trovare. Il costo attualmente è di 10 € mensili oltre al tesseramento C.M.I.

La scuola ha dei costi diversi. I soci “Junior” delle Scuola di Magia pagano una quota di €20 mensili e possono prendere visione di tutto il materiale didattico che fa parte della piccola biblioteca del club. Possono prendere parte alle conferenze solo a discrezione degli insegnanti che ne valutano le competenze mentre i soci “Junior” che hanno già affrontato il percorso scolastico pagano una quota di 10€ mensili ed hanno ovviamente accesso alle conferenze.

Il club ha aperto la sua personale scuola di magia. Puoi spiegarci come è nata questa idea e la differenza tra il Club e la scuola?

 L’idea nasce semplicemente dalla volontà di diffondere in maniera seria lo studio dell’arte magica.

Troppo spesso in questi ultimi tempi il “maghetto” si è recluso dietro una telecamera nella sua stanzetta facendo perdere lo spirito con cui si dovrebbe affrontare un’arte performativa: il contatto con il pubblico!

Obbiettivo principale della scuola è di mettere i propri allievi su di un palco di fronte ad un pubblico vero, ovviamente dotandoli di tutte quelle conoscenze basilari che permettano loro di affrontare la situazione.

Oltre le già citate differenze non vi è una vera e propria separazione tra le attività principali e del Club e quelle della scuola, sono due percorsi che spesso confluiscono in maniera naturale.

Parliamo della scuola. Chi può entrare a farne parte?

Possono prendere parte tutti (o quasi)!!!

È chiaro che lo scopo della scuola è fornire le nozioni basilari e via, via crescere ma per quanto concerne i più giovani noi vogliamo che il loro primo impegno sia il profitto scolastico della Scuola dell’obbligo.

Di sovente chiediamo ai genitori come sono i voti scolastici perché il nostro parere è che la formazione generale di chi si approccia a quest’arte debba essere in primo piano rispetto alla parte tecnica.

Si richiede ovviamente impegno e costanza a tutti (anche ai più grandi) nel partecipare alle riunioni perché si metta realmente a frutto ciò che si apprende durante l’anno.

Come sono strutturati gli anni scolastici?

Al momento la scuola è strutturata in un solo anno scolastico, al termine del quale si viene inseriti appunto nella categoria socio “Junior” post scolastico.

L’ anno scolastico è diviso per materie, come una vera scuola? Se si, quali materie vengono insegnate?

Ovviamente si, con docenti specializzati nelle varie branche della Magia. Le materie sono: Magia generale e di scena, il Close-up ed il Mentalismo.

Chi sono gli insegnanti?

Per la Magia generale e di scena: Io, Alessio Gravili ed il mitico Charlie the Illusionist (al secolo Gaetano Carlino). Per il Close-up: Andrea Cosma. Per il mentalismo: Aristodemo de Blasi e Alex Borsci.

Sono presenti esami per ogni materia?

Non sono previsti degli esami veri e propri, ma un saggio finale consistente in una cena spettacolo organizzata con tutti isoci del Club e le rispettive famiglie ed amici… un bellissimo momento di convivialità e condivisione!

Proponete ai vostri studenti stage e/o occasioni per esibirsi in contesti extrascolastici?

Assolutamente si! I più meritevoli partecipano anche agli spettacoli dei soci Senior oltre che prender parte ad un Side Show nell’attesa del galà “Prestigi a Sud-Est”. Come già detto a seconda della propria maturità gli studenti possono prendere parte alle conferenze e sovente capita di organizzare gruppi per andare nei congressi in giro per l’Italia.

Gli studenti partecipano ad eventuali gare/competizioni magiche?

Uno degli scopi della Scuola è proprio formare nuovi talenti da portare in competizionia livello nazionale. Attualmente stiamo lavorando proprio a questo scopo… a presto novità!

Che dire, al termine di questa intervista, e dopo aver visto con i miei occhi la professionalità del Club, mi sento di consigliare a tutti coloro che vogliono impare a fare Magia di iscriversi alla loro scuola. Ho avuto modo di assistere a delle mini esibizioni degli studenti, e devo dire che li ho trovati davvero bravi sia nella tecnica che nel rapporto con il pubblico.

Un saluto a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.