Expomagia 2016, Recensione

Dopo un anno di pausa sono tornato (Craven) a Expomagia! Quest anno la location dell’evento era la nuova sede del Circolo Amici della Magia (Via Salerno 55) e penso che sia stata proprio questa a fare la grossa differenza rispetto agli anni passati. Procediamo con ordine:

Expomagia per me è sempre stato un evento imperdibile dove non solo fare qualche acquisto, ma soprattutto incontrare tanti amici appassionati sotto lo stesso tetto. La nuova sede del CADM è stata la chiave di volta per rendere questa esperienza esponenziale: spazi più grandi hanno permesso a più gente di riunirsi assieme e confrontarsi sulla loro passione. Non sono mancate esibizioni e “jam” ai tavoli messi a disposizione dal circolo, il clima è stato come sempre giovale e amichevole e tra i giovani ho notato un grande spirito di aggregazione.

Per quanto riguarda i dealer c’era l’imbarazzo della scelta, con proposte commerciali che non riguardano solo grandi produzioni i cui prodotti sono reperibili più o meno facilmente durante tutto l’anno, ma lasciava molto spazio anche a piccoli artigiani in modo da trovare prodotti unici, fatti su misura che spaziano dal gimmick, alla scenografia, ai costumi agli oggetti di scena ed agli effetti speciali.

Un evento che mi ha tenuto coinvolto diverse ore (fin quasi alla chiusura), che con il passare del tempo potrebbe anche diventare qualcosa di più, come un piccolo congresso, visti i mezzi a disposizione del Circolo. Un plauso va anche, ovviamente, non solo all’organizzazione ma anche allo staff che ha saputo gestire egregiamente il flusso enorme di gente che ha varcato il portone dell’incanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.