Letture magiche e non per l’estate 2022 – Roberto Bombassei

La lettura allunga la vita. Questo è l’insegnamento più grande che Umberto Eco ci ha lasciato in una rubrica iniziata sull’ultima pagina de “L’Espresso” nel marzo del 1985 e continuata con regolarità settimanale sino al marzo 1998.

Questa rubrica si chiamava “La bustina di Minerva” e le riflessioni che l’intellettuale faceva al suo interno, sono state raccolte in un libro omonimo del 2002.

Una di queste riflessioni è dedicata all’importanza della lettura.

Perché leggere? Secondo l’immenso Eco, ” “Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è una immortalità all’indietro”.

Qui di seguito alcuni spunti di lettura. Alcuni sono libri magici, altri invece no. Ma comunque, secondo me, da leggere.


“The Mamba mentality. Il mio basket” – KOBE BRYANT https://amzn.to/3ORzRji

Kobe Bryant ha letteralmente rivoluzionato la pallacanestro, prima di ritirarsi nel 2016 scrivendo una toccante lettera d’addio al basket che è diventata un cortometraggio animato premio Oscar nel 2018.

In questo libro racconta il suo modo di intendere il basket: le sfide sempre più dure lanciate a sé stesso e ai compagni in ogni allenamento, i riti per trovare la carica o la concentrazione, tutti i retroscena della preparazione ai match e i motivi per cui, semplicemente, per lui perdere non è mai stata un’opzione.

“Noi, gente di montagna. Pionieri e campioni, capolavori e fallimenti: l’alpinismo fra storia e futuro” – Reinhold Messner https://amzn.to/3Qg9fJN

Reinhold Messner, oltre che grande scalatore, è anche un attento e impegnato comunicatore del mondo dell’alpinismo, consapevole che la grande sfida, oggi, più che nelle altezze e nei record, sta nel rispetto della montagna e nello spirito con cui la si vive. Nella grande impresa, l’anima di un luogo e il confronto sincero, autentico con sé stessi contano di più della bandierina su una vetta. Nella rubrica che tiene periodicamente su «La Gazzetta dello Sport», Messner ha raccontato i protagonisti e gioito dei traguardi dell’alpinismo contemporaneo. Ma, allo stesso tempo, ha raccontato a tutto tondo il mondo della montagna, apprezzando i comportamenti esemplari e condannando la retorica eroica e la commercializzazione della «grande impresa». Le parole di Messner portano il segno dell’attualità da cui scaturiscono, ma mostrano un’intenzione e una coerenza capaci di andare oltre il tempo. Scalare è molto più che uno sport: è una filosofia.

“Sàkala Màkala” – Mago Sales https://amzn.to/3ORXF6N

Voglio bene a Don Silvio Mantelli. In questa meravigliosa opera, edito da Florence Art, decine di giochi, routine, trasformismi, animazioni, presentazioni comiche e poetiche, gag e battute… E non mancano certo la teoria e i consigli per creare spettacoli e laboratori magici per feste private, scuole, parrocchie e teatri. Meraviglioso!

“Pinetti L’ILLUSIONISTA CHE NOBILITÒ L’ARTE MAGICA” Alex Rusconi

Un libro davvero fondamentale per la storia della magia, dell’illusionismo e della prestigiazione. Protagonista Giovanni Giuseppe Bartolomeo Merci (conosciuto nel mondo come Joseph Pinetti).

Scritto da Alex Rusconi, edito da Florence art edizioni. Prefazione di Silvan. Da studiare pagina per pagina.

“LA MAGIA DI MATT SCHULIEN” https://amzn.to/3PRWc1B

Un classico che non dovrebbe mancare dalla biblioteca di ogni amante della cartomagia e della micromagia da eseguire al tavolo di un ristorante.

L’autore Phil Willmarth è riuscito a fotografare la magia con la quale Matt Schulien (proprietario dell’omonima taverna di Chicago, dove tutti i grandi sono passati almeno una volta) ha divertito e stupito migliaia di persone diventando una celebrità a Chicago e nel mondo della magiaPiù di 60 tra tecniche ed effetti testati per anni e di sicuro impatto sul pubblico, quali la carta sotto la tovaglia, la routine con i coltellini, la carta nell’astuccio di fiammiferi, la carta nel bicchiere, la moneta nella bottiglia, si alternano a gag che Matt Schulien utilizzava per divertire i propri clienti.

Il tutto è contornato da note storiche e racconti che contribuiscono a far comprendere i veri segreti della magia di questo grande vecchio. L’edizione italiana, curata da Flavio Desideri, offre inoltre materiale fotografico inedito, la prefazione di Vanni Bossi ed un articolo di Jon Racherbaumer in esclusiva per l’edizione italiana.

Ricordo a chi legge che questo era il libro preferito dal compianto Vanni Bossi.

“EFFETTI DELLA CONFERENZA CARTOMAGICA – OTTOBRE 1976” https://amzn.to/3Q8PQex

Edito dalla Porta Magica, autore il papà di tutti i cartomaghi italiani: Lamberto Desideri.

Cinque effetti cartomagici che facevano parte del suo incredibile repertorio. Altro da aggiungere?

Andrea Clemente Pancotti

Principalmente sono io Andrea Clemente Pancotti: infanzia rovinata dai fascicoli di “STUPIRE!” di Carlo “Mago Fax” Faggi. Abbandona l’Arte per poi riscoprirla alla soglia degli ‘anta.“. Ora il team si e’ allargato, siamo comunque un gruppo di amatori, seriamente innamorati della Magia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.