venerdì, Giugno 14, 2024

Prestigiazione.it

Webzine di Illusionismo, Magia, Prestigiazione, Prestidigitazione e Prestigiribirizzazione.

Cinema e TvDidattica e StoriaNotizieStoria

Kuda Bux, il mentalista famoso per la sua Guida Bendata….

Kuda Bux, il mentalista famoso per la sua Guida Bendata e per le sue incredibili tecniche per la ben datura, perse la vista a causa di un glaucoma.

Giuseppe “Vincent” Vincenti
Vice Presidente UMI Università Magica Internazionale
http://www.universitamagica.eu/
http://www.smisocietamagica.it/

kuda-bux

Nel film “La meravigliosa storia di Henry Sugar” di Wes Anderson disponibile su Netflix, tratto dal racconto di Roald Dahl, la storia si basa su fatti realmente accaduti. La trama ruota attorno a Henry Sugar, interpretato da Benedict Cumberbatch, un giocatore d’azzardo che, con l’obiettivo di vincere tutte le sue giocate, decide di allenarsi per sviluppare le abilità paranormali di Kuda Bux, un mistico pakistano vissuto agli inizi del Novecento. Henry Sugar trova un libro di memorie che dettaglia le incredibili capacità di Kuda Bux, tra cui la capacità di vedere senza l’uso degli occhi e l’esecuzione di azioni straordinarie difficili da spiegare razionalmente. Kuda Bux era noto come mago e illusionista.

Il vero nome del mistico era Khudah Bukhsh, e le sue abilità furono oggetto di studio e interesse da parte dei suoi contemporanei, che cercavano di comprendere se le sue capacità fossero autentiche o frutto di un inganno. Da giovane, aveva studiato la magia, e negli anni ’30 divenne famoso negli Stati Uniti, dove si esibiva dimostrando la sua capacità di vedere con gli occhi bendati o chiusi e di camminare sui carboni ardenti senza subire ustioni. Khudah Bukhsh morì nel 1981, diventando cieco negli ultimi anni della sua vita.

Il film di Wes Anderson si ispira a queste storie reali per narrare la straordinaria evoluzione di Henry Sugar, un personaggio di finzione che cerca di emulare le straordinarie abilità di Kuda Bux.

In the movie “The Wonderful Story of Henry Sugar” by Wes Anderson, based on Roald Dahl’s short story, the plot is grounded in actual events. The story revolves around Henry Sugar, portrayed by Benedict Cumberbatch, a gambler who, with the aim of winning all his bets, decides to train and develop the paranormal abilities of Kuda Bux, a Pakistani mystic who lived in the early 1900s. Henry Sugar discovers a memoir detailing Kuda Bux’s incredible abilities, including the capacity to see without the use of his eyes and perform extraordinary actions that are difficult to explain rationally. Kuda Bux was renowned as a magician and illusionist.

The mystic’s real name was Khudah Bukhsh, and his abilities were a subject of study and interest among his contemporaries who sought to understand whether his abilities were genuine or the result of deception. In his youth, he studied magic, and in the 1930s, he became famous in the United States, where he demonstrated his ability to see blindfolded or with closed eyes and to walk on hot coals without getting burned. Khudah Bukhsh passed away in 1981, having truly become blind in the later years of his life.

Wes Anderson’s film draws from these true stories to narrate the remarkable transformation of Henry Sugar, a fictional character striving to emulate the extraordinary abilities of Kuda Bux.

Kuda Bux (1905-1981) era un mistico e mago indiano nato ad Akhnur, Kashmir, in Pakistan, con il nome di Khudah Bukhsh. Uno dei suoi trucchi più famosi consisteva nel coprire gli occhi con impasto morbido, bendarsi completamente, avvolgere tutta la testa con strisce di stoffa eppure riusciva comunque a vedere. Era anche un camminatore sul fuoco. Ironicamente, verso la fine della sua vita, perse la vista a causa del glaucoma.

Biografia: Si presentava come “L’uomo dagli occhi a raggi X” durante il suo atto bendato. Nei suoi primi anni, Kuda Bux si faceva pubblicizzare come Professor K. B. Duke. Durante gli anni ’30 e ’40, Kuda Bux si esibì in spettacoli teatrali in tutto il mondo, affermando che la sua vista senza occhi fosse dovuta alla sua abilità nello yoga dopo decenni di intensa pratica.

Ha persino fatto uno spettacolo di illusionismo in Europa che includeva il tiro di un nastro attraverso una ragazza, la sua versione della levitazione, una scala di monete e una ragazza che scompariva semplicemente piegando due ali di farfalle di seta unite alle sue braccia.

Alla fine della sua vita, trascorreva le serate, quando era a Hollywood, giocando a carte ogni sera al Magic Castle con Dai Vernon.

Morì per un attacco di cuore a Hollywood il 5 febbraio 1981, pochi giorni prima del suo 76º compleanno e pochi giorni dopo essersi esibito al Magic Castle.

La storia della sua vita e della sua carriera è stata scritta dal Dr. John Booth ed è apparsa nel numero di novembre 1980 di THE LINKING RING. Booth ha scritto in modo criptico sulla sua età: “Il suo passaporto dichiara che è nato nel 1905, ma rispetto alla sua richiesta di non dire quanto sia realmente vecchio”.

Imprese: Nel 1934 permise a un team di esperti e scienziati di sigillare i suoi occhi con impasto, alluminio, garza e strati di bende di lana. Li stupì riuscendo comunque a leggere da libri posti davanti a lui. Nel 1935, di fronte a un pubblico di scienziati del University of London Council for Psychical Research e reporter, Kuda Bux dimostrò la sua abilità di camminare sul fuoco. Attraversò senza subire danni una buca di dodici piedi piena di carboni ardenti. Nel 1937, stupì gli spettatori a Liverpool camminando lungo l’intera lunghezza di un cornicione di un tetto a 200 piedi da terra bendato. Nel 1945, Kuda Bux guidò abilmente una bicicletta attraverso la congestionata Times Square di New York con gli occhi bendati.

Televisione: Apparve nello show “Believe It Or Not” di Robert L. Ripley, il primo show televisivo di Ripley. Nel 1950, Kuda Bux fu la star della sua serie CBS intitolata “Kuda Bux, Hindu Mystic”, dove faceva dimostrazioni di lettura mentale e di visione senza occhi. È stato citato affermando: “Credo nella lettura delle carte, ma non credo nei lettori di carte. Credo nel mentalismo, ma non credo nei mentalisti. Credo nello spiritismo, ma non credo negli spiritisti”. Apparve anche nello show di Johnny Carson e “You Asked for It”, guidando bendato attraverso Santa Monica, California.

Kuda Bux (1905-1981) was an Indian mystic and magician born in Akhnur, Kashmir, Pakistan, with the name Khudah Bukhsh. One of his most famous tricks involved covering his eyes with soft dough, blindfolding himself, swathing his entire head in strips of cloth, and yet still being able to see. He was also a firewalker. Ironically, towards the end of his life, he lost his eyesight due to glaucoma.

Biography: He presented himself as “The Man with X-Ray Eyes” during his blindfold act. In his early years, Kuda Bux went by the stage name Professor K. B. Duke. During the 1930s and 1940s, Kuda Bux performed stage shows all over the world, claiming that his eyeless vision was the result of his yoga skills after decades of intense practice.

He even performed an illusion show in Europe, including shooting a ribbon through a girl, his version of levitation, a coin ladder, and a girl who vanished simply by folding two silk butterfly wings attached to her arms.

In his later life, when in Hollywood, he spent his evenings playing cards at the Magic Castle with Dai Vernon.

He passed away from a heart attack in Hollywood on February 5, 1981, just a few days before his 76th birthday and shortly after performing at the Magic Castle.

The story of his life and career was written by Dr. John Booth and appeared in the November 1980 issue of THE LINKING RING. Booth cryptically mentioned his age: “His passport states that he was born in 1905, but I am respecting his request not to reveal how old he really is.”

Feats: In 1934, he allowed a team of experts and scientists to seal his eyes shut with dough, tin foil, gauze, and layers of woolen bandages. He amazed them by being able to read from books placed in front of him. In 1935, in front of an audience of scientists from the University of London Council for Psychical Research and reporters, Kuda Bux demonstrated his firewalking. He walked unscathed across a twelve-foot pit filled with burning coals. In 1937, he astonished onlookers in Liverpool by walking the entire length of a narrow ledge on a roof 200 feet above the ground while blindfolded. In 1945, Kuda Bux skillfully rode a bicycle through the crowded Times Square in New York with his eyes taped shut.

Television: He appeared on Robert L. Ripley’s first televised “Believe It Or Not” show. In 1950, Kuda Bux starred in his own CBS series as “Kuda Bux, Hindu Mystic,” where he gave demonstrations of mind reading as well as eyeless vision.

He has been quoted as saying, “I believe in card reading, but I don’t believe in card readers. I believe in mentalism, but I don’t believe in mentalists. I believe in spiritualism, but I don’t believe in spiritualists.” He also appeared on the Johnny Carson show and “You Asked for It,” where he drove blindfolded through Santa Monica, California.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.