Confessioni di un Trasformista: Impara a cambiarti in un secondo di Luca Lombardo #Recensione

Di Luca Ramacciotti

Sgombriamo subito il campo da un possibile fraintendimento: non è un libro dove si svelano i trucchi del mestiere. Questo libro di Luca Lombardo è un intelligente invito a come approcciarsi al trasformismo (anzi direi al teatro) fornendo le indicazioni e le basi necessarie.

È vero che al termine del libro ci sono due “effetti” belli e pronti da utilizzare, ma è un dono non di svelamento di un’arte, ma sono pura didattica per comprendere meglio il percorso che si sta per intraprendere. Che la prefazione al libro sia del regista Augusto Fornari fa subito capire che Lombardo non vede il trasformismo come un mero esercizio tecnico di bravura e velocità, ma come un atto legato al teatro stesso. Infatti, invita a contestualizzare quest’arte anche collegandola ad altri settori dello spettacolo (nel suo caso la clownerie).

Attraverso codici QR sparsi per il libro è possibile accedere a filmati che ampliano il discorso del libro partendo dalle basi storiche di questa arte e spiegando meglio anche il suo stesso concetto e visualizzazione che Lombardo ha del trasformismo. Abbiamo così la possibilità di studiare il dietro le quinte di personaggi del calibro di Fregoli perché di ogni arte saperne la storia è un obbligo morale e di professionalità. Se non sappiamo cosa ha fatto chi ci ha preceduto come possiamo pensare di creare qualcosa di nuovo?

Questi ed altri preziosi consigli costellano questo manuale che è un invito all’approccio professionale del fare spettacolo. Luca Lombardo ha calcato palchi teatrali e studi televisivi ed esperienza ne ha accumulata e molta ed è qui a disposizione di tutti.

Lombardo spiega, con molte foto esplicative, gli accorgimenti da lui adottati man mano che la sua carriera avanza, i suoi personali esperimenti, ma sono tutte briciole sul cammino di Pollicino perché giustamente “Confessioni di un trasformista” non è un libro di ricette, ma un invito a comprendere cosa sia questa arte del trasformismo, le difficoltà, la disciplina necessarie e soprattutto le innumerevoli prove per fare un numero in maniera tale da poter evitare qualsiasi possibile problema in scena. L’arte non è eseguire un effetto, ma come lo realizziamo, l’impatto emotivo che avrà sul pubblico.

È un libro importante perché da esso traspare tutta la professionalità e la passione di Luca Lombardo per il teatro e mai miglior guida potrebbe esserci per chi desidera iniziare questo cammino anche perché l’autore si mette a disposizione del lettore per aiutarlo durante il suo percorso con una generosità ed intelligenza che è tipica dei grandi che amano un’arte e la vivono costantemente.

Il tutto però sempre con il sorriso sulle labbra e la giusta dose di ironia.

Disponibile su Amazon https://amzn.to/3eQtnjG

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.