Conferenza di Aldo Aldini #recensione #review

Il 20 gennaio presso la sede del Club Magico Italiano C.M.I. Gruppo Regionale Lazio – Lamberto Desideri si è tenuta una conferenza del mentalista Aldo Aldini che ha visto un folto pubblico presente.

Aldini è tra i più rinomati performer italiani di questo settore e nella sua conferenza è stato di una generosità incredibile che solo i grandi professionisti si possono permettere.

Se gli effetti che ha presentato sono stati interessanti, maggiormente le idee che ne sono alla base frutto di anni di lavoro indefesso che lo ha portato a esibirsi ovunque.

Aldini ha illustrato molti effetti che sta attualmente tenendo in scena e le idee o cambiamenti che nel tempo ha apportato motivandole anche a livello psicologico perché per il pubblico un mentalista non è un prestigiatore per cui tendenzialmente non pensa che stia utilizzando oggetti contraffatti.

Bellissimo un effetto che trasforma un evento disturbante (un telefono che squilla, un bicchiere che si infrange, persone che arrivano in ritardo) in un clamoroso atto scenico di premonizione come la sua personale versione di book test dove il libro è portato dagli spettatori.

Prima della conferenza c’è stata una cena e io ho avuto la fortuna di essere seduto innanzi a lui e tra le cose dette mi è rimasto impresso che lui non porta mai valigette o borse perché tutto ciò che gli serve deve stare nelle tasche della giacca e infatti ha tenuto un’ora e mezzo di conferenza con una penna, un sacchetto di monete e dei bigliettini creando un incredibile ventaglio di possibilità.

Fondamentali anche le nozioni sulla postura (dimostrandolo anche in un effetto) e di come si debba essere mentalisti h24 proprio per un atteggiamento mentale.

Incontri del genere sono preziosissimi per la propria crescita anche per l’interscambio di opinioni ovvero la differenza con un tutorial video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.