“Come Rimanere Merdomaghi e Vivere Felici” #recensione #saykon

Di Salvatore Maria Ciccone AKA Mago Saykon

Recensione dell’ultimo capolavoro di Giancarlo Zurzolo, “Come Rimanere Merdomaghi e Vivere Felici”, il prof Z questa volta si è davvero superato!

Questa notte l’ho divorato! Un compendium su tutta la sua filosofia sul tema, iniziando con un’attenta analisi, maturata con la sua esperienza nel settore, sia come performer, che come attento osservatore del fenomeno, andato maggiormente evolvendosi alla fine degli anni ’80 e da allora mai arrestata. Ha quindi delineato delle ere con esempi storicamente registrati, andando anche a toccare possibili origini nei giullari di coorte medievali. Questa analisi storia si concatena perfettamente all’introduzione “filosofica” che quasi rende impossibile separare le due sezioni

Nella terza parte inserisce delle routine, più o meno conosciute, alcune sono due rivisitazioni di effetti conosciuti, altre sono sue idee originalissime. Di ogni effetto è ricco di spunti la sezione che porta a capire come rendere “trashoso” un effetto o una routine.

Nella sezione conclusiva invece, mi sono emozionato. Il Prof Z ha riportato come un censimento tutti i “merdomaghi” da lui riconosciuti, come schede tecniche. Oltre nome d’arte, foto (le peggiori in giro di ognuno di noi, che non sapevamo neanche che avesse raccolto negli anni, motivo per cui alcune hanno una bassa qualità di risoluzione) aneddoti che ci hanno resi degni di apparire in questa raccolta (si, mi sono emozionato in quanto ha messo anche me!) è stato inserito anche un punteggio da 1 a 5 in riferimento al nostro livello di trash!

Leggere questo testo è stato contemporaneamente divertente che riflessivo! Avere consapevolezza di una parte di sé che ha un potenziale, lo rende da inespresso ad espresso, ma anche controllato! Ciò che siamo ci rende unici, concepire che il nostro lato peggiore, possa essere apprezzato, possa divertire, ci aiuta anche ad accettarsi non solo come artisti, ma come persone! Giancarlo senza volerlo ha creato un manuale, sul come accettarsi, capire che negli errori e negli sbagli, in ciò che può essere non condiviso, vi sia una miniera, un tesoro, ma sta a noi capirlo per darci il giusto valore.

Grazie per questo ennesimo regalo Prof Z!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.