5 Domande: Diego Allegri

Chiunque in italia sia appassionato di magia non puo’ non conoscere Diego Allegri, il volto e le mani del canale di Youtube “Sezione Aurea” (visitate http://www.youtube.com/user/SezioneAureaMagia), forse il più seguito canale web di magia, formazione magica e in particolare di cartomagia. Se volete contattarlo di persona, lo trovate sul nuovo forum di Sezione Aurea Klan52.com

diego allegriDiego Allegri venne rapito dal mondo magico all’inizio degli anni ottanta, diventa professionista nel ’93 acquisendo un’ esperienza magica a 360° come micromago, mago per bambini, mago da scena, presentatore magico e aiutando dietro le quinte in spettacoli importanti di grandi illusionisti. La sua carriera si afferma nel lavoro con i “profani” in situazioni di convention aziendali, fiere e feste private della Milano “bene”.
A questo percorso aggiunge uno spettacolo di ombre cinesi che gli ha aperto la strada per le rappresentazioni in teatro. Amareggiato dal livello basso delle nuove generazioni (YouTubbistiche) di aspiranti prestigiatori italiani, fonda (non da solo) Sezione Aurea, un canale dedicato alla cultura magica.

1) come ti sei avvicinato alla prestigiazione?

Come molti della mia generazione, ammirando il “trio” magico in televisione: Silvan, Binarelli e Alexander; quindi, a otto anni, è arrivata la prima scatola magica (Hocus Pocus) e, successivamente, i primi libri: il Patrick Page ed il Rossetti ai quali han fatto seguito le dispense (vendute in edicola) di “Stupire” (Fax e Marvy).
Venni a conoscenza dell’esistenza di negozi dedicati alla vendita di attrezzi magici, la prima volta che mi portarono a Gardaland, allora Ferdinando aveva uno spazio dedicato alla vendita di giochi di prestigio (e si esibiva tutti i giorni nel teatro del parco).
Conservo ancora i primi effetti comprati, (palline di spugna e dynamic coins) bei tempi …

2) il momento che ricordi piu’ intensamente della tua esperienza da prestigiatore.

Ce ne sono molti, indubbiamente il primo è stato quando sono venuto a conoscenza dell’esistenza della rivista magica “Qui Magia” (prestatami dal mio primo “mentore”), riportava un numero di telefono da contattare per abbonarsi, chiamo e,dall’ altra parte, sento una voce famigliare che dice: “pronto? Sono Tony Binarelli …” … il mago che avevo tanto ammirato in televisione era lì, dall’altra parte della cornetta! Un emozione unica!
Altri eventi memorabili sono legati alla mia carriera: aver avuto la possibilità di esibirmi per persone come Re Juan Carlos, il Principe Alberto di Monaco, il Sultano del Brunei e molti altri, sono esperienze che mi porterò dentro per sempre.

3) quali sono i personaggi che ti hanno influenzato di piu’ ed in che modo?

Nel mondo della prestigiazione: Silvan, Alexander e Binarelli per avermi fatto appassionare a quest’Arte; Vernon, Slydini, Ascanio, Tamariz, Giobbi, Paviato e Preverino per avermi confermato che la prestigiazione è un’ Arte complessa ed articolata: per aspirare a diventare un bravo artista devi dedicarti anima e corpo ad essa … sempre… ogni giorno della tua vita (e crescendo come artista cresci, contemporaneamente, come uomo).
Fuori dalla prestigiazione i nomi sono tanti ma sono persone accomunate dalla loro passione quasi maniacale verso la loro Arte e la loro, indiscussa, capacità comunicativa.

4) quale aspetto della nostra arte preferisci?

In questa fase della mia crescita sono molto interessato alla teoria magica: come rendere un gioco di prestigio un esperienza unica, memorabile e “appagante” per gli spettatori; inoltre sto studiando seriamente la storia della prestigiazione, una fascinazione aumentata da un anno a questa parte da quando, cioè, ho iniziato ad incontrarmi regolarmente, una volta alla settimana, con Aurelio Paviato per fare delle full immersion (tutto il giorno) di studio, ricerca e confronto.

5) quali sono i tuoi progetti futuri?

Ormai lo sanno anche i sassi che Diego Allegri è co-fondatore di Sezione Aurea, una realtà che sta cercando, attraverso canali moderni quali YouTube, di trasmettere la passione per quest’ Arte alle nuove generazioni di appassionati che, spesso, vengono lasciate in balia di loro stesse dimenticandosi che saranno proprio loro il futuro dell’ Arte magica in Italia.

Grazie Diego, alla prossima!

2 pensieri riguardo “5 Domande: Diego Allegri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.