giovedì, Giugno 20, 2024

Prestigiazione.it

Webzine di Illusionismo, Magia, Prestigiazione, Prestidigitazione e Prestigiribirizzazione.

Cinema e TvDidattica e Storia

Il 21 novembre del 1993 moriva Bill Bixby #bacchettaspezzata #brokenwand

Il 21 novembre del 1993 a Century City moriva…. Wilfred Bailey Everett Bixby II, più noto come Bill Bixby.

Biografia

Attore e regista venne spinto, dai genitori, alla carriera di avvocato, ma abbandonò presto l’Università di Berkeley per trasferirsi a Los Angeles, per tentare la carriera artistica.

Successivamente raggiunse Broadway, dove lavorò nella compagnia teatrale Under the yum yum. Nel 1961 compì le prime apparizioni televisive, mentre un anno dopo girò con Kirk Douglas il film Solo sotto le stelle. Nel 1963, invece, fu con Jack Lemmon in Irma la dolce. Tra il 1963 e il 1966 divenne famoso in televisione con la serie Il mio amico marziano.

Nel 1967 lavorò con Elvis Presley in Miliardario… ma bagnino, mentre nel 1968 lavorò, sempre con Presley in A tutto gas, a cui partecipò anche Nancy Sinatra.

Tra il 1969 e il 1972 fu impegnato nella serie TV Una moglie per papà, sul cui set conobbe Brenda Bennett, l’attrice che divenne sua moglie e madre di suo figlio, Christopher, che morì ancora bambino. Il matrimonio con la Bennett si concluse presto con un divorzio, e poco dopo lei si suicidò.

Bixby continuò a fare cinema, nel 1973 con Il mago, nel 1975 con La banda delle frittelle di mele di Norma Tokar.

Più tardi ricevette una nomination agli Emmy Award Per le strade di San Francisco.

Il successo della sua carriera toccò l’apice con L’incredibile Hulk, nel ruolo del dottor David Bruce Banner, che lo impegnò dal 1978 al 1982, quando venne interrotta a causa dei costi eccessivi dei singoli episodi. Sul set fu affiancato dal celebre culturista italoamericano Lou Ferrigno, nella parte del mostruoso Hulk.

Si riavvicinò al personaggio di Banner/Hulk negli anni 1988, 1989 e 1990, quando realizzò come regista e produttore una trilogia di film per la televisione come conclusione della celebre serie televisiva.

Si sposò altre due volte, prima con Laura Michaels, con la quale il matrimonio terminò nel 1992 dopo appena un anno per divorzio, e con Judith Kliban. Anche questo matrimonio durò un anno soltanto.

All’attore venne diagnosticato un cancro alla prostata, ma continuò a lavorare ancora per mesi. Un episodio di Blossom – Le avventure di una teenager fu la sua ultima realizzazione sia da regista sia da attore (prestò la voce a un poliziotto).

Dopo una lunga sofferenza, morì il 21 novembre 1993, a 59 anni.

Nel 2008, con un filmato d’archivio, fa un’apparizione all’inizio del film L’incredibile Hulk, quando il dottor Bruce Banner, nascosto in Brasile, guarda alcune immagini di una commedia in televisione.
Noi lo ricordiamo per la sua passione per la Magia e per avere interpretato la serie televisiva “The Magician” una sorta di investigatore per hobby ma Mago nella vita reale. Bellissima serie, pecccato che non la facciano rivedere…

Giuseppe “Vincent” Vincenti
Vice Presidente UMI Università Magica Internazionale
http://www.universitamagica.eu/
http://www.smisocietamagica.it/

Bill Bixby, nato Wilfred Bailey Everett Bixby III il 22 gennaio 1934 a San Francisco, California, e deceduto il 21 novembre 1993 a Century City, Los Angeles, California, è stato un attore, regista e produttore americano che ha avuto una carriera di oltre tre decenni. La sua carriera ha abbracciato il teatro, il cinema e la televisione. Bixby è noto per i suoi ruoli in diverse serie televisive di successo, tra cui “Il mio amico marziano”, “L’innamorato di papà”, “Il mago” e “L’incredibile Hulk“. È cresciuto come figlio unico a San Francisco, dove sua madre lavorava come responsabile senior presso I. Magnin & Co e suo padre era commesso in un negozio. Durante la Seconda Guerra Mondiale, suo padre si arruolò nella Marina, e Bixby frequentò la Grace Cathedral, dove cantò nel coro della chiesa. Durante questo periodo, ebbe un incidente in chiesa quando colpì il vescovo con una fionda, cosa che lo fece espellere dal coro.

Nel 1946, sua madre lo incoraggiò a prendere lezioni di danza, aprendo la strada alla sua carriera di ballerino. Nel suo settimo anno di scuola, frequentò la Lowell High School, dove si unì alla Lowell Forensic Society e partecipò a tornei di discorsi delle scuole superiori. Dopo aver conseguito il diploma nel 1952, Bixby studiò recitazione al City College di San Francisco, nonostante l’opposizione dei genitori. Successivamente, servì nel Marine Corps durante la Guerra di Corea. Dopo il congedo nel 1956, frequentò l’Università della California, Berkeley, ma lasciò l’università poco prima di conseguire la laurea.

In seguito, si trasferì a Hollywood, California, dove svolse vari lavori occasionali e organizzò spettacoli a Jackson Hole, Wyoming, prima di diventare modello e fare lavori pubblicitari per General Motors e Chrysler. La sua carriera come attore iniziò con piccoli ruoli in diverse serie televisive, tra cui “The Many Loves of Dobie Gillis”, “Ben Casey”, “The Twilight Zone”, “The Andy Griffith Show”, “Dr. Kildare” e “Straightaway”.

Nel 1963, Bixby ottenne il suo primo ruolo da protagonista nella serie televisiva “Il mio amico marziano”, in cui interpretava Tim O’Hara. Dopo la fine della serie nel 1966, apparve in diversi film e altre serie televisive, tra cui “L’innamorato di papà”, dove interpretava Tom Corbett. Nel 1971, fu nominato per un Emmy Award come Attore Protagonista in una Serie Comica per il suo ruolo in questa serie. In seguito, Bixby iniziò a dirigere episodi delle serie televisive in cui recitava, incluso “L’incredibile Hulk”.

La sua carriera è stata influenzata da una stretta amicizia con Brandon Cruz, il giovane attore che ha interpretato suo figlio nella serie “L’innamorato di papà”. Anche dopo la fine dello spettacolo, i due rimasero in contatto fino alla morte di Bixby. La morte del figlio di Bixby nel 1981 li avvicinò ancora di più.

Bill Bixby è ricordato come un attore versatile e amato, noto per la sua capacità di interpretare personaggi memorabili in una serie di generi e il suo coinvolgimento in serie televisive di successo. La sua morte nel 1993 ha lasciato un vuoto nell’industria dell’intrattenimento.

Bill Bixby, born Wilfred Bailey Everett Bixby III on January 22, 1934, in San Francisco, California, and passing away on November 21, 1993, in Century City, Los Angeles, California, was an American actor, director, and producer with a career spanning over three decades. His career encompassed theater, film, and television. Bixby is renowned for his roles in several successful television series, including “My Favorite Martian,” “The Courtship of Eddie’s Father,” “The Magician,” and “The Incredible Hulk.”

He grew up as an only child in San Francisco, where his mother worked as a senior executive at I. Magnin & Co, and his father was a store clerk. During World War II, his father enlisted in the Navy, and Bixby attended Grace Cathedral, where he sang in the church choir. During this period, he had an incident in church when he hit the bishop with a slingshot, which got him expelled from the choir.

In 1946, his mother encouraged him to take dance lessons, setting the stage for his career as a dancer. In his seventh-grade year, he attended Lowell High School, where he joined the Lowell Forensic Society and participated in high school speech tournaments. After graduating in 1952, Bixby studied acting at the City College of San Francisco, despite his parents’ opposition. Later, he served in the Marine Corps during the Korean War. After his discharge in 1956, he attended the University of California, Berkeley, but left the university shortly before earning a degree.

Subsequently, he moved to Hollywood, California, where he worked various odd jobs and staged shows in Jackson Hole, Wyoming, before becoming a model and doing advertising work for General Motors and Chrysler. His acting career began with small roles in various television series, including “The Many Loves of Dobie Gillis,” “Ben Casey,” “The Twilight Zone,” “The Andy Griffith Show,” “Dr. Kildare,” and “Straightaway.”

In 1963, Bixby secured his first leading role in the television series “My Favorite Martian,” where he portrayed Tim O’Hara. After the show’s conclusion in 1966, he appeared in several films and other television series, including “The Courtship of Eddie’s Father,” in which he played Tom Corbett. In 1971, he was nominated for an Emmy Award for Outstanding Lead Actor in a Comedy Series for his role in this series. Later, Bixby began directing episodes of the television series in which he acted, including “The Incredible Hulk.”

His career was influenced by a close friendship with Brandon Cruz, the young actor who played his son in “The Courtship of Eddie’s Father.” Even after the show ended, the two remained in touch until Bixby’s death. The death of Bixby’s son in 1981 brought them even closer.

Bill Bixby is remembered as a versatile and beloved actor, known for his ability to portray memorable characters in a variety of genres and his involvement in successful television series. His death in 1993 left a void in the entertainment industry.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.