LEGATO E APPESO A 10 METRI: Alessandro De Benedetto L’ILLUSIONISTA SI LIBERA DALLE CATENE -VIDEO

Sabato 4 Aprile 2015, 18:21 di Alberto Comisso

PORDENONE – Come Harry Houdini, il noto illusionista ed escapologista ungherese che fece impazzire agli inizi del XX secolo il pubblico degli Stati Uniti liberandosi da manette, catene, corde e camicie di forza.

A distanza di più di 100 anni, nella piccola Pordenone un altro illusionista di origini meridionali, che nella Destra Tagliamento si è trasferito per motivi di lavoro (fa l’agente di commercio), si esibisce in alcuni “numeri” al limite dell’estremo.
Ieri sera all’esterno del Tom Cat di viale Aquileia, Alessandro De Benedetto è stato protagonista di una vera e propria sfida. Si è fatto prima legare con una camicia di forza, poi incatenare e alla fine sollevare da terra (con una gru) all’altezza di 10 metri. L’obiettivo? Liberarsi, nel minor tempo possibile, mentre il suo corpo era penzoloni e, soprattutto, a testa in giù.
Qualcuno avrà anche pensato: è matto? Nessun problema, invece. De Benedetto è abituato a queste esibizioni, in cui la forza di volontà e la psicologia viaggiano a braccetto. Era ragazzino quando in Egitto, in un villaggio turistico, imparò l’arte del fachirismo e dell’escapologia da un illusionista del posto.

Da quella volta fu amore a prima vista.
De Benedetto si esibisce alle 22.20, di fronte ad una trentina di persone, completamente a torso nudo. Fuori ci sono appena 10 gradi ma, a quanto pare, sembra non temere il freddo. Si fa incatenare con cura da Luciano Incani, titolare del locale che ha ospitato l’evento. È un’operazione meticolosa, ci vuole qualche minuto e un sacco di pazienza. Nulla può essere lasciato al caso: basta un errore e, come afferma “The Prestige”, ci si può davvero far male.
Il gancio della gru lo solleva da terra, sino all’altezza di 10 metri. De Benedetto è immobile, bloccato. Chiude gli occhi, si concentra. Ci vuole appena un minuto, mentre il sangue gli gonfia le vene della testa, perché incomincino le operazione per liberarsi. La sua è una tecnica collaudata: prima si divincola con forza dalle catene, bloccate da un lucchetto; poi è la volta della camicia di forza. C’è un momento in cui qualcuno teme che il “mago” non ce la possa fare: è solo un’illusione, perché in pochi secondi il suo corpo è nuovamente libero.
Una volta a terra prende fiato, ringrazia e saluta. E adesso? La sua agenda è già colma di appuntamenti, tra i quali una selezione per entrare a far parte di un programma che andrà in onda su Canale 5.

Fonte http://www.leggo.it/NEWS/ITALIA/legat_appeso_de_benedetto_illusionista_video/notizie/1278703.shtml

Andrea Clemente Pancotti

Principalmente sono io Andrea Clemente Pancotti: infanzia rovinata dai fascicoli di “STUPIRE!” di Carlo “Mago Fax” Faggi. Abbandona l’Arte per poi riscoprirla alla soglia degli ‘anta.“. Ora il team si e’ allargato, siamo comunque un gruppo di amatori, seriamente innamorati della Magia…

Un pensiero su “LEGATO E APPESO A 10 METRI: Alessandro De Benedetto L’ILLUSIONISTA SI LIBERA DALLE CATENE -VIDEO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.