La magia nei libri – Siamo tutti Maghi

di Davide Rubat Remond – https://www.instagram.com/lamagianeilibri/ 

SIAMO TUTTI MAGHICarmelo Piccoli (1977 Edizioni Carmelo Piccoli, 1982 Euronova)

Nel 1982 acquistai, da un famoso catalogo di vendita libri per corrispondenza, un volume con una bellissima copertina rigida, con in primo piano un cilindro ed una colomba su sfondo blu. Con un titolo che non lasciava indifferenti, e prometteva grandi cose: SIAMO TUTTI MAGHI. Allo stesso tempo era in vendita una piccola scatola con alcuni oggetti e pagine volanti con altri trucchi non compresi nel libro, anche a questi non ho potuto rinunciare. Le schede sono ancora nella mia libreria, gli oggetti persi chissà dove e quando.

L’autore di questa meraviglia è CARMELO PICCOLI un sacerdote con una grande passione per la magia.

Nato a Illasi in provincia di Verona, Carmelo Piccoli era un Cappellano Militare, visse insieme ai militari nei campi d’internamento in Polonia e Germania e successivamente operò in diversi reparti addestrativi in Italia. Il sacerdote intratteneva i giovani militari con l’arte della magia usandola come strumento di allegria. È stato autore di molti testi magici, tra i quali citiamo: Alle soglie della Magia, Tecniche dei nodi, Corde e Foulards, Siamo tutti maghi, Mini Magia, Mini Magia senza apparecchi, Istantanee Cartomagiche, Per diventare maghi, Magia Empirica, solo per citarne alcuni. La considerazione da parte del mondo magico forse non è stata parimenti importante come il contributo che egli ha dato allo sviluppo e alla diffusione delle basi della magia.

Molto tempo dopo vengo a scoprire che il volume degli anni ‘80 è un sunto dell’originale, composto da tre libri pubblicati nel 1977, di circa 200 pagine ognuno. Che è, a sua volta, frutto dello sviluppo logico dei suoi libri precedenti. È un progetto pensato proprio per i ragazzi, in cui i giochi presentati non necessitano di spese o di ricerche di materiali particolari. Immagini chiare e realizzate in modo simpatico rendono l’apprendimento molto più semplice. Vengono introdotte le didattiche cartomagiche ed illusionistiche.

Carmelo Piccoli è convinto che la Magia sia un ottimo strumento pedagogico, un passatempo “senza tempo”, uno stimolo eccellente di autocontrollo e grande aiuto per lo spirito di osservazione.

Riporto la dedica dell’autore che ritengo molto bella e sempre molto attuale:

ai prestigiatori, perché vedano coronato il loro impegno con i più lusinghieri successi;
ai genitori e agli educatori perché i loro figliuoli trovino nella MAGIA il gusto delle cose semplici e pulite;
a noi stessi, perché venga appagata l’ambizione di un merito nella lotta contro la malinconia e il pessimismo;
a tutti perché, dopo tante illusioni, la vita non si risolva in delusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.