“To Gerard” corto della DreamWorks Animation

La DreamWorks continua la produzione di corti originali per il grande schermo, contrariamente a Disney e Pixar che realizzano corti per la piattaforma Disney Plus. To Gerard è un omaggio alla magia che ciascuno può trasmettere agli altri, infatti è così che viene descritto “una breve parabola sul senso della magia che un genitore o una figura genitoriale, può suscitare in un bambino, incantandoli ancora a 60 anni di distanza e spingendoli a ispirare gli altri”.

Perché invogliare a seguire i propri sogni è la vera magia.

Gerard è un uomo che lavora in un ufficio postale e con abilità e destrezza si occupa delle buste come un prestigiatore sul palco. Quando era un bambino Gerard rimase incuriosito e incantato dalla magia del Grande Volonti e dalla sua abilità di giocherellare con una moneta e spesso l’uomo pensa alla frase che gli disse il mago: “Forse ci sarà un momento in cui potrai creare un po’ di magia tua”. Perché la magia è in tutti noi. Il mago regala la sua moneta al bambino e Gerard la custodirà per sempre anche se non è diventato un mago. Ma un giorno incontra Jules una bambina incuriosita ed incantata dal suo talento e, durante un improvvisato spettacolo di magia, metteranno in moto una serie di avvenimenti che cambieranno le loro vite per sempre.

Dopo essersi occupato della post produzione dei film Disney e aver seguito la produzione di Troll della DreamWorks, Taylor Meacham debutta come regista e sceneggiatore in To Gerard.

Il film è un omaggio a suo padre e al mondo della magia e “mescola la grandezza di Hollywood, la sua capacità di spostare il pubblico trasmettendo le verità centrali della vita, come, anche a 60, 70 anni, rimaniamo modellati, forse definiti, dai nostri genitori o figure parentali”.

“Io e mio padre, che per molti versi è il mio migliore amico, andavamo sempre a fare surf in Messico”, racconta il regista. “All’epoca aveva 65 anni e riusciva a malapena ad arrivare a fine mese perché aveva perso tutti i suoi risparmi durante la crisi economica del 2008. Mi si spezzava il cuore a vederlo a quel modo, ma lui mi diceva che stava benissimo, perché era riuscito a sostenere i sogni dei suoi figli. Questa idea mi ha colpito profondamente e mi ha ispirato a creare un corto che mettesse al centro un atto di altruismo. Il messaggio di To Gerard è che la magia più grande è ispirare qualcuno a seguire i propri sogni… anche quando noi non abbiamo potuto realizzare i nostri”.

To Gerard è prodotto da Jeff Hermann, mentre la colonna sonora è di Layla Minoui e il character designs dall’artista Nico Marlet già visto in Dragon Trainer, Kung Fu Panda. Forse un po’ di magia è ciò che serve in questo strano 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.