martedì, Febbraio 27, 2024
Notizie

Juan Tamariz Playing Cards, le carte del Maestro

Abbiamo sentito Arnaldo Derosa, creatore del dorso del mazzo:

“Quando Jack mi ha chiesto di disegnare il dorso del mazzo di Juan mi ha fatto molto piacere e ho iniziato subito a mettermi al lavoro. Qualche anno fa lessi sonata e ne rimasi molto affascinato, sia per il contenuto a livello magico, che per le illustrazioni, quelle dei ragni disegnati a mano. Pensando alla figura proprio di Juan ho cercato di capire quali fossero gli elementi che più conta distinguessero e lo rendessero un personaggio iconico. Di qui la scelta di disegnare il ragno presente anche nella sua firma, e il cappello, che è presente in praticamente tutte le sue rappresentazioni. Viene naturale associare a Juan il colore viola, o tinte simili.. con Johnathan abbiamo poi lavorato al colore definitivo.”

Le carte di Juan Tamariz sono nate da una collaborazione italo-spagnola fra Jack Nobile, Dani Da Ortiz, il negozio AssoKappa di Varese e ovviamete Juan Tamariz!

Il progetto è nato circa un anno fa quando Dani e Jack erano insieme a casa di Juan e insieme hanno deciso di creare un mazzo per il Maestro Tamariz!

Il mazzo è stato quindi prodotto dal negozio AssoKappa che si avvalso della collaborazione del grafico Jonathan Cadenazzi, già creatore del mazzo di Gianfranco Preverino, Diego Allegri e del negozio stesso AssoKappa.

Influenzato dall’opera “DVD Juan Tamariz dal mio cuore” (Grupokaps 2017), un omaggio a uno dei geni della magia. Un progetto di quasi un anno, creato dall’amore, dall’ammirazione e dalla passione, che finalmente, oggi vede la luce.

Il design (di Jonathan Cadenazzi) si concentra sull’evidenziare alcuni degli aspetti che caricano e valorizzano la figura di Juan: il ragno e il violino (immaginario). Già nel suo leggendario libro “Sonata”, possiamo vedere molte illustrazioni di note musicali appoggiate a doghe tessute da divertenti ragni disegnati a mano (dallo stesso Juan). E sono questi, i ragni, che mettono sempre fine a ogni pensiero scritto da Juan Tamariz, presente anche nella firma di Juan. Un ragno innocente, che intreccia fili di ingegno, creatività … ma soprattutto AMORE per la magia. Un ragno che, se non apparisse in questo mazzo, non potrebbe mai essere il mazzo di Juan Tamariz!

Dani DaOrtiz: Ti piace questo disegno Juan? (riferendosi a un jolly che disegnava la figura di un violino)
Juan: Sì, bello, ma posso vederlo.
D.D: – Beh, questa è l’idea, puoi vedere la bellezza del disegno, giusto?
J: – Ma io lo vedo …
D.D: Sì, e io. È bello, non è vero?
J.: – Molto carina … ma io la vedo.
D.D: – E quindi ?
J. E quindi il mio violino è immaginario!!!
D.D: Hahahaha

Questo è stato il discorso tra Dani e Juan nel processo di progettazione. Ed è così: un violino che tutti ricordano, si è sentito in molte occasioni … ma nessuno lo ha mai visto. Un violino che sembra suonare le melodie più magiche, prostrato nelle sue mani, e sembra suonare ogni volta che Juan finisce un effetto.

Ma quello che vedono, è la sua non meno magica custodia. Una custodia che non solo ha la missione di dare vita a un violino immaginario, ma contiene anche centinaia e centinaia di effetti magici. Basta vedere qualche show di Juan, per sapere che ogni volta che apre il suo caso magia, dobbiamo prepararci a vivere un nuovo effetto, sentire una nuova melodia magica rappresentati tra picche, cuori, fiori … quadri, e composto in un immaginario pentagramma tessuto dai ragni della passione, e interpretato da uno dei più grandi geni che la nostra arte ha dato.

Signore e Signori, sipari aperti per far posto a queste cinquantadue carte magici, che ci fanno vibrare e sentire formicolii nello stomaco, facendo omaggio, niente di più e niente di meno che al genio Juan Tamariz.

Prodotto in 10.000 copie, Air Cushion Finnish. Attualmente disponibile sul sito del negozio AssoKappa. A partire dal 21 giugno sarà acquistabile in tutti i migliori negozio di magia di Italia e del mondo.

Visitate https://www.assokappa.it/juan-tamariz-playing-cards.html

 

Andrea Clemente Pancotti

Principalmente sono io Andrea Clemente Pancotti: infanzia rovinata dai fascicoli di “STUPIRE!” di Carlo “Mago Fax” Faggi. Abbandona l’Arte per poi riscoprirla alla soglia degli ‘anta.“. Ora il team si e’ allargato, siamo comunque un gruppo di amatori, seriamente innamorati della Magia…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.