Antonio Blitz, un Patch Adams del XIX secolo

Autore: Leonardo Carrassi*

Oggi sono molti i prestigiatori e i clown che entrano negli ospedali, che viaggiano nelle zone di guerra o nei paesi in via di sviluppo per strappare un sorriso a bambini e feriti. Molti sono rappresentati da vere e proprie associazioni, altri si muovono da soli offrendo quel che possono, trovando giovamento per sè stessi e per gli altri, attraverso un persorso che arricchisce tanto il pubblico improvvisato nelle strade e nelle cliniche, quanto l’artista che da un senso piú umano alle proprie attitudini.

Non ho intrapreso sufficienti ricerche per dire che Antonio Blitz fu il primo prestigiatore con una certa fama a portare la magia negli ospedali, tuttavia… […]

Leggi l’articolo intero su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.