Tre Carte Tour: recensione della conferenza di Nazario

Qualche giorno fa io e il simpatico collega Andrea abbiamo avuto il piacere di partecipare alla nuova conferenza di Nazario, che si è tenuta al circolo magico di Spineto “il cilindro magico”. Per chi non dovesse sapere chi è Nazarios, al secolo Nazario Fatone, potremmo definirlo come il mago dei VIP, lavora infatti spesso con i giocatori della Juventus, ma anche con star italiane e internazionali.

In questa conferenza, come consueto, svela a tutti i partecipanti alcuni dei segreti del suo successo: primo tra tutti la semplicità di esecuzione.

Se vi aspettate tecniche mirabolanti, fioriture impossibili, shots che sfidano le leggi della gravità, gimmick costosi di ultima generazione questa conferenza non fa per voi. La premessa di Nazario è chiara: “voglio che risalti la mia personalità e nelle mie situazioni di lavoro non posso permettermi di pensare a troppe cose”; quindi tutto ciò che presenta è di semplicissima esecuzione (tecnica)!

Tra gli effetti presentati in conferenza verranno accontentati tutti i performers: dal mentalista serio, al mago per bambini; alcuni effetti sono rivisitazioni di classici e vecchi princìpi che Nazario ha scovato su libri datati e rielaborati nel suo personale stile e conditi con idee moderne per renderli più appetibili al pubblico odierno, alcune sono idee originali frutto della fervida mente di Nazarios.

Si passa da classici come la monkey bar e book test, effetti di predizioni, carte esp, any card at any number, e rivisitazioni di classici.

Ogni effetto è condito con dritte per una migliore esecuzione da applicare ai nostri giochi, note psicologiche, sulla cura dei materiali, sulla messa in scena. Una lezione che merita attenzione e riflessione, che invito tutti a seguire.

La filosofia di Nazario è interessantissima e merita un approfondimento, a testimoniare l’efficacia del suo percorso è la sua fama di maestro (o se non altro come uno dei migliori esecutori) del famoso gioco delle tre carte, spesso bistrattato dai maghi, ma che ha reso a Nazario il successo che merita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.