Stefano Curci, Magia made in Italy!

Stefano Curci

Girovagando sul sito Penguin Magic mi sono imbattuto in alcuni prodotti di Stefano Curci, un prestigiatore italiano a me sconosciuto. L’ho contattato e gli ho chiesto se cortesemente mi avrebbe potuto mandare una presentazione del suo lavoro. Guardate i prodotti di Stefano su http://www.penguinmagic.com/search.php?q=curci

Mi chiamo Stefano Curci, ho 23 anni e abito nei dintorni di Milano. Mi esibisco dall’anno 2007 sopratutto all’interno di feste di compleanno, serate al ristorante e in feste oratoriali. Principalmente mi esibisco con tono informale, mai serioso, in un contesto a metà strada tra close up e magia scenica (parlour magic) sopratutto per un pubblico di famiglie e bambini. Amo personalizzare gli effetti che propongo al mio pubblico, in modo da donare sempre un tocco originale.

Spesso non mi fermo alla rielaborazione di routine esistenti, cerco di ideare effetti nuovi ed originali; alcuni sono stati subito notati ed apprezzati anche dai colleghi prestigiatori e un paio sono pubblicati sulla famosa piattaforma americana “Penguin Magic”.

Mi piace utilizzare, il più possibile, oggetti ordinari e di uso quotidiano in modo da creare una Magia più forte e apparentemente improvvisata.Un esempio? Per il classico effetto della carta che scompare e riappare ripiegata, utilizzo un barattolo pieno di Chewing Gum. Mi sono chiesto: perchè usare attrezzi costosi e a volte inutilmente sospetti agli occhi di uno spettatore? Per quanto possa sembrare un effetto pensabile in breve tempo, è in realtà frutto di numerose considerazioni e prove sul pubblico, la routine è stata studiata in ogni particolare: addirittura le gomme da masticare possono essere offerte agli spettatori e l’attrezzo dato tranquillamente in mano al pubblico. Questa particolare routine è stata denominata, con un gioco di parole, “Chewing Card”.

Ma l’effetto maggiormente apprezzato dai colleghi, “Card in the keychain” ovvero “Carta nel Portachiavi”, è molto più visuale: all’interno di un portachiavi trasparente vuoto (di quelli in cui normalmente si inserisce una fotografia) appare la carta selezionata dallo spettatore! Il bello è che questo effetto e il suo metodo possono essere adattati di volta in volta ai numerosi contesti che si presentano: close up, magia da salotto o street magic per dirne qualcuno. Credo che la stessa presentazione dell’effetto sia molto suggestiva per lo spettatore, in quanto lo si invita ad immaginare soltanto di strappare un angolo della carta selezionata: alla fine non solo essa risulta realmente mancante di un pezzo, ma quest’ultimo riappare all’interno del portachiavi tenuto in mano dallo spettatore (o posato sul tavolo) per tutto il tempo dell’esibizione.

Ma le applicazioni di “Card in the keychain”, a dispetto del nome, non si limitano alla sola cartomagia: è utilizzabile con successo anche nel mentalismo e con qualsiasi oggetto possa essere posizionato all’interno del portachiavi. Una scritta può comparire su un biglietto completamente bianco, oppure una fotografia scompare lasciando intendere che lo spettatore sia stato suggestionato…
Apparizioni, sparizioni e trasformazioni sono possibili: praticamente ogni tipologia d’effetto magico. Inoltre l’effetto è molto “televisivo” perché visuale ed immediato, al bisogno si può eseguire a vista una trasformazione istantanea.

Questi due effetti appena presentati mi hanno già dato alcune soddisfazioni perchè mi hanno permesso di ricevere complimenti da parte di colleghi, amatori ma anche professionisti. Ne parlo quindi con enorme piacere ed orgoglio, condividendo questo piccolo traguardo con voi che come me seguite “prestigiazione.it” . Ritengo importante infatti ricevere un feedback da parte di altri appassionati ed essendo positivo, non posso che esserne molto contento.

Molti altri effetti bollono in pentola e altri ancora sono già stati presentati in pubblico con successo; qualche altra idea verrà presto condivisa con i colleghi, altre magari le terrò solo per me.
Una piccola anticipazione: presto potrebbe nascere una collaborazione con una casa magica italiana… per la creazione di un nuovo effetto. Chissà!

Chiunque dovesse essere interessato alle mie attività o ad uno dei miei effetti, può contattarmi per maggiori informazioni tramite Facebook oppure tramite il mio indirizzo e-mail: info@magicste.it

Un pensiero riguardo “Stefano Curci, Magia made in Italy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.