Stefano Cavanna “L’Incantastorie” vince il primo premio alla Screaming Goat Competition

Sul concetto di Bizarre Magick si è già ampiamente detto su questo stesso sito (Vedi Bizarre Magick) dunque non serve dilungarsi sul concetto e sulla definizione.

La notizia è che uno dei più ambiti titoli americani che si possano vincere in questo contesto artistico è stato portato a casa da un italiano.

Il 19 gennaio 2020 Stefano Cavanna, L’Incantastorie torinese, membro di Bizarre Magick Italia e di Psycrets: British Society of Mystery Entertainers, si è aggiudicato il primo premio alla Screaming Goat Competition, gara di bizarre e storytelling magic che si tiene ogni anno durante la East Coast Spirit Session (un raduno per appassionati del settore, con conferenze, dealer e tutto ciò che si può pensare di trovare a una convention magica) a Myrtle Beach (SC – USA). Stefano non è nuovo a queste manifestazioni: nel 2018 si è aggiudicato il primo premio all’Hex Factor, analoga competizione tenutasi durante il Doomsday (altra convention di storytelling e bizarre con sede in Inghilterra, prima a Withby, ora a Derby).

L’Incantastorie in America ha presentato un numero dalla forte impronta teatrale (cosa che non deve stupire, data la sua formazione attoriale), scritto a quattro mani con il mago e autore Vince Wilson, in cui ha affrontato il concetto di premonizione mescolando tre effetti del repertorio classico, spiazzando i giudici che, sebbene potessero intuire quale fosse l’esito dei singoli effetti, non sono riusciti a comprendere fino alla fine come la vicenda si sarebbe evoluta. A dirla tutta, nemmeno l’attonito spettatore, che ha sperimentato attimi di autentica paura.

Troppo vago? È voluto! Questo non è un effetto, è un numero di Bizarre Magick e raccontare di cosa tratti, non può che rovinare, o spoilerare, come si dice ultimamente, il finale, rendendo dunque le reazioni di chi lo vedrà in futuro meno autentiche.

L’East Coast Spirit Session VI non ha solo visto la vittoria del torinese, ma lo ha anche visto esibirsi in un gala il sabato sera. Per l’occasione ha presentato un numero di mentalismo “bold” scritto da Paul Voodini, arricchito dalla musica suonata dal vivo e dallo storytelling, parlando di una vicenda vera accaduta a un suo lontano parente, per poi strizzare l’occhio alla sua adorata città natale (Torino), utilizzando cartoline con i suoi luoghi più significativi per l’esperimento e regalando ai partecipanti, al termine, i gianduiotti, tipici cioccolatini piemontesi.

Doomsday: https://www.lebanoncircle.co.uk/collections/best-sellers/products/doomsday-11-tickets-8th-9th-may-2020

East Coast Spirit Session: http://www.eastcoastspiritsessions.com/

Stefano Cavanna: http://www.incantastorie.com

Il mago torinese incanta gli Usa: “Così trasformo le storie in magia” Stefano L’Incantastorie ha conquistato il primo posto all’«Est Coast Spirit Session VI Beach» di Myrtle Beach, nel South Carolina, durante una convention internazionale di bizarre e storytelling magic. Non chiamatelo «mago» e non chiedetevi dov’è il trucco. Non immaginate neppure un gioco di carte o un oggetto che misteriosamente scompare e riappare. Lasciatevi invece portare in una storia, fatevi sedurre da un racconto che diventerà incredibile: rimarrete sbalorditi. Perché Stefano l’Incantastorie (al secolo Stefano Cavanna) davvero lascia incantati, fondendo magia e teatro. E con la sua arte, pochi giorni fa, ha conquistato il primo posto all’«Est Coast Spirit Session VI
Fonte https://www.lastampa.it/topnews/edizioni-locali/torino/2020/02/08/news/il-mago-torinese-incanta-gli-usa-cosi-trasformo-le-storie-in-magia-1.38438396

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.