Semplicemente Yann Frisch

Gira da qualche settimana online una versione del numero “Baltass” con cui il  francese Yann Frisch ha vinto molto meritatamente il primo premio di Close-up Grand Prix 2012 al recente congresso FISM a Blackpool UK. Questa versione e’ differente da quella con cui ha vinto il campionato. In questa non c’e la musica jazz di sottofondo di Tom Waits, non e’ ben rasato e con una giacca elegante… qui Yann Frisch e’ sporco, poco curato e “stropicciato”, dando alla performance un aspetto più crudo, più diretto, più “vero”. Frisch invece che “togliere” dal suo numero in questo caso “aggiunge” alla presentazione, rendendo il suo misto di giocoleria e manipolazione davvero impressionante.

Gustatevi questo video dove Yann usa il suo look Derelicte e la sua fulminante manipolazione per portare il pubblico dentro la follia del suo personaggio. Odia le palle, gli mancano, e’ tormentato da esse, a tratti l’apparire e sparire degli oggetti sembra un effetto speciale di un film.

E’ una routine così intricata e’ complessa che riesce a far credere allo spettatore di trovarsi davanti al caos, ma non e’ così. Davvero un lavoro impressionante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.