Intervista al Mago Izio (Design Italian Project) sulla stampa locale

Quando l’ingegneria si fa magia. Ferri per illusionisti a Ciconio.

L’azienda di Maurizio Faletto, in arte Izio, realizza attrezzature di scena «L’idea è nata da una mia esigenza durante gli spettacoli da prestigiatore»

Un’idea diversa dal solito, che ha trasformato una passione in un lavoro a tempo pieno. Maurizio Faletto, originario di Ciconio e laureato in Ingegneria, ha creato a casa sua il laboratorio di produzione di attrezzature per maghi e prestigiatori, completamente “made in Canavese’’. Proprio la magia è una passione nata in giovane età, quando si trattava di guadagnare qualcosa con un lavoretto.

«Design italian project nasce da una mia esigenza: da illusionista e prestigiatore apprezzato mi sono reso conto che le attrezzature per maghi sono diffìcilmente reperibili, in particolare in Piemonte – racconta Faletto, conosciuto anche con il nome d’arte di Mago Izio. «Ho studiato Ingegneria meccanica e ho messo in piedi una piccola realtà che si oc-cupa di progettare e costruire giochi di prestigio adatti ai professionisti, non ai “babbani’’, come si chiamano in gergo i maghi meno esperti”.

L’azienda è nata soltanto un anno fa, ma è già ben avviata: «Si tratta di una realtà importante in quest’ambito e la cosa importante è che si chiede il contributo del territorio canavesano – racconta Faletto. – Progetto e realizzo quanto mi è possibile con il mio laboratorio, poi chiedo l’ausilio di aziende canavesane specializzare in differenti lavorazioni per le parti più complesse, dalla lamieristica alla meccanica di precisione, entrambe lavorazioni messe a punto con due realtà di Colleretto Giocosa per esempio. Cerco di rendere i miei oggetti vivi, come nel caso di un tavolo da prestigiatore pratico e compatto, modificabile sulla base delle sue esigenze».

Quella della magia è una passione iniziata 15 anni fa per il Mago Izio: «Questo amore per il gioco e la magia è nato per necessità, quando avevo bisogno di guadagnare qualcosa durante e dopo gli studi, avvenuti prima all’Itis di Rivarolo e poi al Politecnico di Torino. Cominciai con i giochi per bambini e di prestigio alle feste per i bambini. Poi le mie esibizioni cominciarono a piacere e mi domandai se non fosse il caso di continuare con questo percorso. Ho anche lavorato per strada, nelle rie di Torino, e devo dire che ho imparato molto con questa esperienza, la strada mi ha formato. Ho affrontato la sfida a testa alta, non ho avuto paura di mettermi in gioco, e mi sono adattato a ogni esigenza».

Negli anni Faletto ha aperto anche una scuola di magia, prima a Favria. poi spostata a Salassa: «La scuola è riconosciuta e abbiamo partecipato a convegni e saloni, dal congresso di San Marino e Casa magica. L’esperienza cominciata come animatore si è evoluta: ho cominciato cercando di fare qualcosa di nuovo e diverso e ora sono un mago con oltre l00mila follower sui social».

LUNEDI 24 OTTOBRE 2022 LA SENTINELLA

Viola Configliacco, Ciconio Canavese

Andrea Clemente Pancotti

Principalmente sono io Andrea Clemente Pancotti: infanzia rovinata dai fascicoli di “STUPIRE!” di Carlo “Mago Fax” Faggi. Abbandona l’Arte per poi riscoprirla alla soglia degli ‘anta.“. Ora il team si e’ allargato, siamo comunque un gruppo di amatori, seriamente innamorati della Magia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: