Blog: 5 anni di Prestigiazione (.it)

01/10/2012, nasce Prestigiazione.it, ma non nasce dal nulla, prima c’e’ stato un blog, lo scambio di notizie con gli amici, la mia richiesta di collaborare con un sito di notizie magiche, malamente rifiutata.

Da quel rifiuto nasce un’idea malsana, fare un sito di notizie ed informazioni sul mondo della prestigiazione. Dopotutto sono un informatico, ed il web è uno dei miei interessi, con decine di siti all’attivo o con cui collaboro.

Pensavo di essere sciocco nel verificare la disponibilità del dominio “Prestigiazione.it”, ma eccolo lì, libero, nel giro di 15 minuti l’avevo registrato, come pure “prestidigitazione.it”.

Il primo ottobre del 2012 viene pubblicato il primo post di Prestigiazione.it, più che un articolo un semplice test per verificare che il sistema fosse in piedi, un articolo dal titolo molto esplicativo “Un po’ di spam“.

Il 16 ottobre, sempre del 2012, forse il vero primo articolo, l’annuncio dell’evento “Storia del Mentalismo” di Mariano Tomatis al CADM di Torino.

In quel mese 8 articoli, si parlava di come iniziare un percorso nel mondo della Magia, di un’intervista alla radio di Luca Bono, degli zombie di Derren Brown.

Ed ora diamo i numeri, questo e’ il 2750 articolo, con una media di 550 articoli al mese, un articolo e mezzo al giorno.

In questi anni il sito è cresciuto, tanti collaboratori, tante informazioni che prima dovevo cercare, ora mi arrivano nella casella di posta o su facebook.

In 5 anni ho / abbiamo visto nascere e morire decine di progetti legati al mondo della Magia, ma molti si sono spenti e non hanno continuato come speravano i loro creatori, quasi sempre per un problema di motivazione.

Perchè portiamo avanti un sito come questo? Perchè ci divertiamo ed amiamo la Magia, a volte non corrisposti, ma e’ un amore sincero e disinteressato. Un’ottima motivazione, non vi pare?

Un’alta cosa importante è che abbiamo sempre cercato di fare “rete”, collaborare, condividere, come nell’avventura di MagicSchool. Il nostro ambiente e’ piccolo, tanto, troppo. Se non si collabora, se non si stabilisce un focus o una meta comune, se si disperdono le forze, non si ottengono risultati e si è destinati al fallimento.

Un’ottima motivazione più una buona strategia, ci permette di “tirare dritto” in caso di ostacoli (e ne abbiamo affrontati molti), di tagliare senza rimorsi i rami secchi, di chiudere porte ed aprirene di nuove più interessanti. Come dice Rocco Barbaro “faccio quello che voglio!”.

Vedremo se tra altri 5 anni saremo ancora qui, grazie a tutti quelli che ci supportano e sopportano. Cheers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.