Adrien Brody parla delle difficoltà incontrate nell’interpretare Houdini nella miniserie di History Channel

brody houdini

Nella miniserie da due puntate andata in onda su History Channel l’1 e il 2 di settembre, Adrien Brody, premio Oscar per Il Pianista, ha dato una grande prova d’attore e soprattutto di forza fisica, essenziale per interpretare il grande illusionista Houdini e soprattutto essenziale per essere sospeso a testa in giù in un grande recipiente pieno d’acqua. “È stato faticoso ad essere onesto” ammette l’attore in un’intervista concessa al sito Zap2it, “ma allo stesso tempo eccitante. C’è molta preparazione dietro un progetto del genere e si corrono molti rischi. Quando sei appeso via per le caviglie e legato in una camicia di forza non c’è spazio per gli sbagli”.

Diversamente dai film che precedentemente hanno rappresentato la storia di Houdini, come il biopic del 1953 con protagonista Tony Curtis o il più recente Houdini – L’ultimo mago (2007), questa versione rivolge lo sguardo alla psiche e alla psicologia del famoso illusionista ungherese e cerca di capire cosa spinge un essere umano a rischiare la vita ogni sera, mettendo in scena spettacoli d’illusione che ad ogni piccolo sbaglio potrebbero finire per ucciderti. Infatti Brody mette in scena un uomo carismatico, affascinante, sicuro di se, che adora essere al centro dell’attenzione, ma che allo stesso tempo nasconde delle sfaccettature più oscure. “È riuscito a superare la povertà e tutte le altre sfide che la vita gli ha messo davanti, e questo gli ha permesso di temprare la sofferenza fisica a cui si sottopone nei suoi esperimenti, come posizioni contorte, manipolare minuscole serrature con i piedi, sopravvivere a temperature glaciali per lungo tempo…e un elemento di oscurità è senz’altro presente nella mente di chi sceglie di vivere una vita così” ammette l’attore, che rivela di essere un fan di Houdini fin da bambino e di aver sempre avuto una passione per l’illusione e la magia, tanto da esibirsi come mago alle feste di compleanno.

La mini serie è stata girata in Bulgaria, terra natia dell’illusionista, e vede tra gli altri protagonisti Kristen Connolly (House of Cards) nei panni di Bess Houdini e Evan Jones (Gangster Squad) in quelli di Jim Collins.

fonte http://www.telefilm-central.org/2014/09/21/adrien-brody-parla-delle-difficolta-incontrate-nellinterpretare-houdini-nella-miniserie-di-history-channel

Un pensiero riguardo “Adrien Brody parla delle difficoltà incontrate nell’interpretare Houdini nella miniserie di History Channel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.