domenica, Aprile 21, 2024

Prestigiazione.it

Webzine di Illusionismo, Magia, Prestigiazione, Prestidigitazione e Prestigiribirizzazione.

Notizie

Mostri al pubblico la migliore magia che potresti eseguire?

Liberamente tradotto dal blog di Max Arcanie https://www.trickordie.com/blog/24-01-11-The-best-magic.html

Mostri al pubblico la migliore magia che potresti eseguire?

Penso che questa sia una delle domande più importanti che dovresti farti riguardo alla tua magia. Hai gli effetti migliori che conosci nel tuo repertorio?

Per prefazionare un po’, torniamo indietro nel tempo. Molti anni fa, prima di prendere una lunga pausa nella magia, valorizzavo troppo la comodità. Il mio repertorio di giochi di carte consisteva in 8-12 effetti, tutti di materiale improvvisato. I trucchi potevano essere eseguiti con praticamente qualsiasi mazzo mescolato. Era facile, potevo semplicemente portare con me un mazzo di carte e decidere all’improvviso quale effetto eseguire e quando.

Avevo un paio di effetti molto coinvolgenti, alcuni buoni, e poi il resto erano piacevoli crowd-pleaser, che mi facevano sentire in colpa nel eseguire.

Molte delle routine erano davvero brevi, e l’intera esibizione era più “Lasciatemi mostrarvi una serie di trucchi.” che “Lasciatemi mostrarvi vera magia.”

Avevo una bella routine con la carta ambiziosa, e avevo successo nel leggere la mente degli spettatori forzando una carta. Se volevo davvero lasciare un’impressione, eseguivo “Diplopia” di Paul Vigil (ancora uno degli effetti migliori con le carte). Ma poi c’erano trucchi come “L’ultimo trucco di Dr. Daley”, che piacevano alle persone, ma in fondo sapevo che non erano quelli che volevo davvero eseguire, né erano i migliori trucchi che potevo fare. È significativo il fatto che abbia dimenticato la maggior parte degli effetti che eseguivo in quel periodo.

Evitavo materiale che richiedeva ordini o preparazioni; trucchi che richiedevano destrezza avanzata, forse per paura di mostrare qualcosa o di essere colto impreparato, o più probabilmente per pigrizia. Poi c’era molto materiale che avrei voluto eseguire, ma non riuscivo a mettermi veramente a impararlo. Dopotutto, avevo un sacco di trucchi “buoni” che non richiedevano alcuno sforzo aggiuntivo da parte mia.

Ho fatto quasi una pausa di 10 anni nella magia dal 2010 al 2019. Avevo due motivi. Il primo e il più importante, era che volevo intraprendere una carriera nel cinema, che era il mio sogno fin dai primi anni dell’adolescenza. Volevo allontanarmi dall’essere “il mago”. Il secondo motivo era il fatto che non ero felice con i trucchi che stavo eseguendo. Anche se il pubblico si divertiva, io no. Le routine non erano allineate con la mia visione artistica della magia, e non vedevo una via d’uscita senza cambiamenti drastici al mio materiale.

Ho messo insieme una lista di giochi di carte che volevo che il mio repertorio contenesse. Capendo che avrebbe richiesto così tanto sforzo per portarli a un punto in cui sarei stato abbastanza soddisfatto da iniziare a mostrarli al pubblico, ho abbandonato completamente la magia.

Piuttosto drammatico… vero?

Dopo il mio ritorno dalla pausa, ho deciso che avrei eseguito solo gli effetti migliori e più forti da quel momento in poi. A quel punto, nessuno si aspettava più di vedermi eseguire, non dovevo avere una borsa di trucchi a cui ricorrere se qualcuno chiedeva di vedere un po’ di magia. Quindi ho iniziato da zero. Ho deciso di costruire il mio repertorio intorno agli effetti più forti che potessi trovare. Ho stilato un elenco di effetti che ricordavo di aver apprezzato all’epoca, e poi ho iniziato a cercare nuovo materiale. Durante quel processo, ho iniziato a elaborare le mie stesse routine e idee, poiché il mio focus era nel sfidare me stesso con questa nuova direzione che stavo intraprendendo. Ho potuto iniziare a mettere

insieme il mio futuro repertorio, pezzo per pezzo, completamente secondo i miei termini e ritmo.

Naturalmente, ho selezionato e creato effetti che sono in linea con il mio gusto per la magia. Tutti noi abbiamo preferenze diverse quando si tratta di effetti. Mi piacciono i trucchi basati principalmente su principi intelligenti e pile astute. Potresti preferire trucchi sfavillanti che richiedono destrezza con le mani. Queste preferenze forniscono una cornice attraverso cui guardare quando si decide quale materiale scegliere.

Ma la cosa più importante che avevo in mente, indipendentemente dallo stile di magia che ti piace, mi sono interrogato con: questa è la migliore magia che posso eseguire? Questi sono gli effetti più forti che conosco o posso ideare?

A seconda di chi sei, potresti eseguire magia per molte persone sconosciute. Per persone che ti vedono e vedono la tua magia solo una volta, e se fai un buon lavoro, potresti ottenere una seconda possibilità. Vuoi che queste persone siano leggermente divertite, o forse solo piacevolmente sorprese, o vuoi che ti ricordino, la tua magia e il momento come qualcosa di così potente da pensare che non possa essere superato. E altrettanto importante, vuoi sentire che hai realizzato il tuo potenziale e hai mostrato il meglio assoluto che puoi offrire. Vuoi andartene sapendo che non c’è modo di superarlo.

O vuoi sentire che hai lasciato qualcosa sul tavolo?

 

Andrea Clemente Pancotti

Principalmente sono io Andrea Clemente Pancotti: infanzia rovinata dai fascicoli di “STUPIRE!” di Carlo “Mago Fax” Faggi. Abbandona l’Arte per poi riscoprirla alla soglia degli ‘anta.“. Ora il team si e’ allargato, siamo comunque un gruppo di amatori, seriamente innamorati della Magia…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.