La Magia nei Libri – Manuale dei Giuochi di prestigio e calcolo colle carte

Manuale dei Giuochi di prestigio e calcolo colle carte. Con figure intercalate nel testo accuratamente raccolti e diligentemente spiegati da
Colombo Nari. Casa editrice A. Bietti & c. (1905)

Tempo fa ho avuto la fortuna ad imbattermi in un’inserzione in cui, ad un prezzo interessante, si proponeva la vendita del manuale di Colombo Nari. La data della pubblicazione e l’ottimo stato del libro mi hanno convinto di essere di fronte ad un articolo abbastanza raro. L’edizione del 1905, di questo libretto che ha avuto negli anni molte ristampe, ha una copertina molto elegante in cartoncino simil-pelle con, al centro tre carte da gioco dai contorni d’argento. Un tre di fiori, un cinque di quadri ed un Re di picche completamente illustrato in argento, i semi colorati di rosso e nero e una bacchetta magica argentata che sembra fissarle alla copertina.

La casa editrice è “Antonio Bietti e c. e successori casa editrice Guigoni”, la prima edizione risale al 1898 edito da “A. Bietti editore”, dove per A. si intende Angelo Bietti padre di Antonio. Negli anni a seguire le successive riedizioni del manuale sono state pubblicate a cura della Bietti nelle loro varie trasformazioni societarie.

Si conoscono edizioni del: 1901, 1905, 1912, 1913 (copertina verde), 1932, 1935, 1946, 1950, 1954, 1959, 1963, 1991. Due edizioni senza data con copertina rossa e grigia.

L’autore annuncia nella prefazione “Questo manuale contempla 77 giuochi, il maggior numero dei quali non sono raccolti nei soliti libri, perché sono nuovi, cioè o da me pensati oppure visti eseguire da rinomati prestigiatori”. Nell’anno 1898, all’epoca della prima edizione “La scarsità di libri che trattino di giuochi di prestidigitazione e di abilità da farsi colle carte, mi ha inspirato il pensiero di compilare la seguente raccolta”.

L’autore inizia con una rapida descrizione del tipo di carte da gioco utilizzate in Italia alla fine del XIX secolo, questo argomento lo riprende nell’ultimo capitolo con un piccolo “Saggio del modo nel quale si deve presentare al pubblico il giuoco delle carte”, una sorta di presentazione di inizio esibizione. Prosegue con una “Introduzione ai giuochi”, in cui spiega ai suoi lettori che i giochi descritti nel suo manuale “possono venire eseguiti senza molti preparativi, così adatti a farsi non solo in una sala con degli apparati, ma ovunque ed in qualsiasi occasione”.

Seguono alcune brevi considerazioni sul modo di tenere e mescolare il mazzo. I giochi raccolti sono settantasette, poco più di trenta le immagini, e le spiegazioni non sempre sono chiare e precise. Di alcuni giochi sono presentate procedure alternative o trucchi diversi. Inutile dire che molti sono semplici, se non addirittura banali, ma l’epoca di cui si tratta ne giustifica la qualità non eccelsa.

Cercando a fondo invece, qualche perla la si trova, come le “Tavole magiche per indovinare una carta pensata”, due versioni differenti, per le 40 e per le 52 carte. E ancora “Indovinare le ore pensate da uno spettatore” che utilizza lo stesso principio di un gioco scoperto su di un manoscritto del Cinquecento (conosciuto come MIT “manoscritto Italiano”), analizzato da Mariano Tomatis nella sua ultima pubblicazione “Stack, conte e scambi oculati masterclass di mentalismo”. Un libretto che si legge tutto d’un fiato per approfondire questo argomento, ma anche la storia ed evoluzione dei mazzi preordinati, conte australiane, forzature ambigue ed effetti a distanza.

Il libro di Colombo Nari “Manuale dei Giuochi di prestigio e calcolo colle carte” è possibile consultarlo al seguente link: https://archive.org/details/ColomboNariManualeDeiGiuochiDiPrestigioECalcoloColleCarte1905/mode/2up

di Davide Rubat Remond – https://www.instagram.com/lamagianeilibri/

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.