5 Domande: Davide “Mr David” Demasi

Non avevo mai avuto il piacere di vederlo, e la sua esibizione per la manifestazione Masters of Street Magic 2013 e’ stata molto coinvolgente (ho trattenuto il fiato per quei due minuti…) e convincente (sarà alla finale della manifestazione il 14 aprile 2013). Ecco a voi il mirabolante Mister David!
Per maggiori informazioni visitate il suo sito www.misterdavid.it.

La stampa lo definisce l’ Houdini del circo……equilibrismo estremo, circus performer…..Davide Demasi in arte Mister David solca i palchi e le piazze di tutto il mondo con numeri di evasioni da catene, camicia di forza e manette in equilibrio su monocicli di grandi altezze. Record man di salti con la corda su monociclo, è spesso presente su televisioni italiane e estere. Uno spettacolo dove circo escapologia , comicità e illusionismo creano un cocktail esilerante. Attualmente è nel cast di MAGIKO e del BRACHETTI and HIS friends….spettacolo teatrale capitanato da Arturo Brachetti.
Un one man show, un varietà fatto da un solo artista,un mago, un giocoliere, un equilibrista, un escapologo, un comico…….sapessi anche cantare chissà.

1)Come ti sei avvicinato alla prestigiazione?

Ho inziato a dilettarmi di prestidigitazione circa 15 anni fa, ma il momento che ha caratterizzato la mia carriera da showman corrisponde con la lettura del libro il Grande Houdini di Massimo Polidoro. Sono stato affascinato da come HOudini pubblicizzava le sue imprese e la sua grande forza mediatica.
Da li la passione per l’ arte della fuga e la contaminazione con il circo.
Amo infatti evadere da qualsiasi costrizione in equilibrio su instabili attrezzi circensi.
Ma la cultura magica mi appassiona nella sua totalità e per questo porto sempre com me un mazzo di carte e delle monete…..e perchè no anche delle corde.

2)Il momento che ricordi piu’ intensamente della tua esperienza da prestigiatore.

Artisticamente nasco nella strada, sono un busker, anche se oramai mi sono esibito in tutti i contesti, circhi, grandi teatri, navi da crociera, cabaret, convention….ed è per questo che ho deciso di provare per la prima volta una fuga da 5 metri di catene ed una camicia di forza in equilibrio su di un monociclo alto 2 metri proprio in una piazza. Ero molto nervoso non sapevo neanche se sarei evaso e come avrebbe reagito la gente ad un numero del genere, fu un successo e un susseguirsi di repliche e successi.
Sulla scena invece il momento più emozionante è stato quello in cui ho portato questa performance nella prima del Brachetti and his Friends al Teatro Acacia di Napoli….un cast fatto di amici, i Lucchettino, Luca bono , e un duo di acrobati polacchi capitanati dal grazne Arturo Brachetti.

3)Quali sono i personaggi che ti hanno influenzato di piu’ ed in che modo?

All’ inizio il personaggio che mi ha ispirato, come del resto alla maggior parte degli escapologi è il mitico Houdini, come dicevo prima soprattutto per le sue grandi capacità mediatiche, e per le sue grandi fughe, finzione realtà, abilità trucco, a me non importa , l’ importante è il risultato, che in questo caso direi ottimo.
Particolarmente interessante e toccante è stato partecipare alla conferenza di James Randi, anche lui noto escapologo e personaggio molto positivo.
La mia ispirazione e la mia grande scuola è stata comunque la strada, potersi esibire in ogni luogo, situazione e d imparare a risolvere tutti gli imprevisti e le difficoltà che si possono incontrare in uno street show.

4)Quale aspetto della nostra arte preferisci?

Amo la magia a 360 gradi, io lavoro e mi esibisco per la gente, quindi amo tutti gli effetti e i giochi che possano provocare una reazione del pubblico, sia essa una risata, o un momento di stupore.
Della nostra arte amo il fatto che anche la cosa piu semplice va provata una infinità di volte per renderla magica, e lo noto quando anche il gioco piu semplice studiato e fatto maniera perfetta può risultare veramente magico.
quindi cari maghi proviamo e riproviamo e riproviamo ancora.

5)Quali sono i tuoi progetti futuri?

In futuro spero di continuare a portare il mio spettacolo e le mie performance in giro per il mondo e di trovare sempre sodisfazione ad esibirmi su qualsiasi palco, sia esso la strada, il circo o il teatro, amo cambiare sempre.
E soprattutto sto preparando una conferenza sullo street magic, come lavorare in strada, come gestire il pubblico e le cose che si devono e non si devono fare in uno street show…magari accompagnandlo ad un workshop direttamente sul campo…ossia nelle piazze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.