“L’ arte delle magia e il virus 19” di Eric Eswin e Wittus Witt

Edizione Speciale della rivista “Magische Welt”.

Eric Eswin/Wittus Witt: Il Coronavirus (CV) ha causato una pandemia. Si sa poco sul modo in cui opera il virus e come si sviluppa. Ora è il momento di pensare a come potremmo o dovremmo affrontare il domani. Dobbiamo prendere decisioni al 100% corrette con un know-how del 40%. Aspettare ancora e ascoltare dichiarazioni del tipo „Questo è un problema serio“ non aiuta nessuno e, soprattutto, dovremmo concentrarci solo sui fatti. Tutti sono stati colpiti dal virus Corona.

È sicuro che ci vorranno almeno altri 18 mesi prima che un vaccino venga testato con successo per uccidere il C-19. Fino ad allora la cosa principale è „mantenere la distanza“, evitare di formare gruppi con più di 3 persone ed evitare di fare viaggi non necessari. Il maggior rischio di diffusione del virus sono gli eventi di massa. Ma anche dopo che tutto questo sarà finito, la vita non sarà più la stessa di quella che era prima del Corona virus, se vogliamo evitare di provocare un’altra pandemia che altrimenti arriverà di sicuro. In che modo noi maghi affrontiamo questa situazione?

Abbiamo bisogno di un pubblico per mostrare la nostra arte, come tutti gli attori delle arti dello spettacolo. Noi non facciamo eccezione.

Alcune opzioni

Spettacoli senza un pubblico (dal vivo)

Ci sono già stati diversi tentativi da parte dei colleghi di trasmettere spettacoli dal vivo su Internet, cioè in digitale, su YouTube. Jan Logemann e Gaston sono due esempi. Ma un problema può essere la qualità di queste trasmissioni. Siamo già abituati alle immagini, alle luci, alla drammaturgia e alla regia professionale in televisione e al cinema, ecco perché una trasmissione amatoriale – senza voler essere offensivi – è molto faticosa da guardare. In generale, l’idea è buona, ma richiede un approccio più professionale verso la tecnologia.

Chiunque si è esibito in televisione o ha guardato spettacoli di magia in televisione sa quanto è difficile trasmettere attraverso lo schermo l’atmosfera speciale e magica che è presente in un teatro. Workshop e conferenze sono certamente „più facili“ da realizzare. Queste possono essere trasmesse digitalmente usando mezzi più modesti. Si può avere un esempio di questo nella „convention“ online, che la rivista di magia digitale „Vanish“ ha trasmesso il 5 aprile.

Le performances hanno sofferto dei punti sopra menzionati, ma le conferenze hanno funzionato bene, più o meno. La domanda importante per il professionista è : come si può guadagnare con questo? Jan Logemann ha risolto questo problema nella sua prima trasmissione con un collegamento speciale al canale YouTube che poteva essere acquistato. L’interesse per la prima trasmissione è stato piuttosto elevato (circa 600 telespettatori), purtroppo il numero dei telespettatori nelle „trasmissioni“ successive si è notevolmente ridotto. Il solito principio vale anche qui: meno è più (performance). Non devi essere in TV ogni settimana.

Apparizioni con un pubblico

Se gli spettacoli dal vivo saranno consentiti già nel 2020, saranno completamente diversi. E’ quasi certo che ci saranno degli spazi tra i posti. Questo non è esattamente una cosa che crea buon umore, ma sarà inevitabile. Inoltre, non si potrà interagire con gli spettatori sul palco – o si potrà con una mascherina in faccia …? Molto probabilmente saranno eliminate le performance di close up. È duro, ma sarà inevitabile.

E poi anche la situazione nei ristoranti cambierà (meno tavoli, più distanza), anche qui le performances saranno significativamente ridotte. Diventa ancora più difficile per gli artisti di strada. Probabilmente potranno esibirsi, ma non in tutti i posti saranno possibili, perché anche per strada dovrai mantenere le distanze. Quindi i nostri compagni maghi dovranno scegliere luoghi in cui c’è molto spazio per poter raggiungere molte persone. Domanda: cosa può fare il professionista (e ovviamente anche il dilettante) per continuare a esistere? Possibili risposte: • Apparizioni „digitali“ con buone attrezzature professionali, sia dal punto di vista tecnico che teatrale. • Esibizioni dal vivo con un programma diverso (minore o nessuna interazione con il pubblico).

Eventi di maghi per maghi

Questo è uno dei punti più importanti per molti maghi. L’arte magica prospera sia di fronte a un pubblico “normale”, che in convegni e concorsi. In base a quanto detto sul corona virus, entrambi (congressi e concorsi) non esisteranno più. Lo scambio di interazione tra maghi può forse continuare a svolgersi in piccoli gruppi, garantendo il mantenimento della distanza. Anche se sarà difficile e non senza rischi adottare le misure necessarie.

E anche sotto questo aspetto aumenterà la comunicazione fatta in digitale. Questo potrà avere un discreto successo, perché in questo modo sarà possibile stabilire contatti più stretti di prima. Ora bisogna fare affidamento su di questo! Non sarà più possibile offrire grandi congressi di massa come Blackpool (dove i partecipanti devono essere per forza gomito a gomito nei corridoi). Ciò vale anche per il prossimo campionato mondiale FISM (WCM), che si dice abbia già quasi 3000 iscrizioni. Basandoci sul presupposto che devono essere evitati grandi raduni e viaggi e che non ci sarà nessun vaccino entro 18 mesi, il FISM WCM, pianificato secondo il formato consueto di 6 giorni di esibizioni dal vivo nel luglio 2021 in Quebec in Canada, dovrebbe essere sicuramente cancellato.

Cancellato, non „rimandato“, in quanto ciò indurrebbe a pensare che ci sarà un rapido ritorno di un WCM come lo abbiamo conosciuto fino ad ora. Non vi sono indicazioni su quando si potranno tenere nuovamente grandi riunioni e non è sicuro che un futuro WCM debba o possa essere tenuto esattamente allo stesso modo degli anni precedenti. Anche tutti i campionati continentali dovrebbero essere cancellati. Non serve a nulla preparare i campionati pre-continentali quando il previsto WCM 2021 non ci sarà più. Queste cancellazioni sembra che siano molto crudeli e dure. E in effetti sono concepite per essere così, al fine di sbarazzarsi subito della reazione corrente che ci porta ad attendere fino al ritorno delle vecchie abitudini.

Di sicuro ci saranno problemi sociali e finanziari con le cancellazioni. Questi dovrebbero essere presi in considerazione, ma soffermarsi su questi problemi ci impedirebbe di trovare come priorità le soluzioni per il futuro. Aspettare il ritorno del passato non è l’atteggiamento giusto. Dobbiamo cercare di guardare al futuro. Un futuro con misure durature per limitare e, se possibile, prevenire l’emergere di virus mortali. A questo proposito, guardiamo cosa sta succedendo con le Olimpiadi 2020, che si terranno a Tokyo, in Giappone.

Recentemente i giochi sono stati rimandati all’estate del 2021. In questo momento quella data è già stata messa in dubbio e gli organizzatori giapponesi sono molto pessimisti riguardo alla sua fattibilità … a meno che i giochi non si terranno in modo diverso … imparando dal Giappone, possiamo saltare l’opzione di rinvio ed essere chiari su una cancellazione sin da subito. In alternativa, possiamo pensare a un campionato mondiale FISM online. Proprio come ad es. il concorso Eurovision Song.

Questo richiederà tempo e denaro per organizzarsi, ma non dovrebbe essere nel luglio 2021 e non dovrebbe essere gratuito. Una tassa di registrazione dovrebbe essere richiesta anche per un WCM online. In generale, il finanziamento di un WCM online sarà diverso dal finanziamento di un campionato dal vivo. Con vantaggi e svantaggi, ma sicuramente non impossibile. Richiede un modo diverso di pensare. Ancora una volta con pro e contro.

In linea con questo, i campionati continentali potrebbero essere organizzati anche online. Poiché devono essere considerati concorsi di qualificazione, devono precedere in accordo con il WCM. Una possibile linea temporale può essere: campionati continentali online nel 2021 / inizio 2022 e WCM nel 2022.Tim Ellis ha annunciato una convention di magia digitale nel suo paese in Australia.

Le performances saranno viste in video e saranno giudicate da una giuria qualificata. Il primo premio vale $ 2000. Ma, come abbiamo già detto sopra, l’immagine, la luce e la qualità del suono devono essere eccellenti.

In Conclusione

• Annullare tutti i congressi magici almeno fino al 2022, inclusi i Campionati mondiali e continentali FISM

• Creare nuovi modi per esibirsi che siano compatibili con le nuove regole della vita sociale.

• Siate consapevoli di un nuovo aspetto del vostro pubblico, siederà in teatro indossando una mascherina. (Che aspetto avrà!?!?)

• Rendere le esibizioni in digitale il più professionale possibile.

• I club di magia dovrebbero creare portali video per i loro iscritti.

• Dare ad Internet un significato molto speciale e più professionale.

• Mantenere viva la magia, come è già stato fatto su YouTube da alcuni grandi artisti, ma provando ad essere più professionali e soprattutto con degli obiettivi ben pensati.

Ma ricorda anche che : l’assenza fa crescere nel cuore un sentimento più profondo.

Tradotto da Aldo Ghiurmino

Scarica L’articolo in lingua italiana oppure in lingua Tedesca, Inglese, Spagnola o Francese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.