5 Domande: Aldo Colombini

Aldo Colombini e’ da sempre uno dei miei illusionisti preferiti, molti suoi effetti sono entrati in pianta stabile nel mio (modesto!) repertorio. Ho avuto un po’ di timore nel contattarlo, ma da subito si e’ rivelato una persona molto disponibile. Grazie Aldo!

Aldo Colombini & Rachel WIld

Sono nato a Maranello (Modena) il 19 Marzo del 1951. Per sette anni ho lavorato alla Ferrari. A 23 anni, stanco di un lavoro ripetitivo e noiso, ho deciso di passare al professionismo come mago. Dopo anni nei night clubs in Italia ho iniziato a girare il mondo facendo conferenze e spettacoli. A 43 anni ho deciso di abbandonare l’Italia e di vivere negli Stati Uniti, per 13 anni sono stato a Los Angeles e ora vivo da 8 in Ocala, Florida. Ho 62 anni e sono ancora qua a fare quello che mi piace e a girare il mondo. Se volete leggere di piu’ entrate nel mio sito www.wildcolombini.com dove ‘wild’ sta per il cognome di mia moglie Rachel che era conosciuta in America prima che ci sposassimo come maga e dealer.

1)come ti sei avvicinato alla prestigiazione?

Come molti mi sono avvicinato alla magia come hobby, circa a 15 anni. Dopo i primi giochetti ho studiato il libro di Carlo Rossetti MAGIA CON LE CARTE. Un libro scritto in una maniera stupenda e che ho ancora con me qui in Florida. L’incontro importante di quei tempi fu conocere Alberto Sitta, il quale mi fece entrare nel CMI e il resto, come si dice, e’ storia.

2)il momento che ricordi piu’ intensamente della tua esperienza da prestigiatore.

Del primo spettacolo fatto a circa 18 anni a Ferrara, ricordo solo che feci tutte le mie rouines mordendomi il labbro inferiore. Non so perche’, forse per terrore J
Ho lavorato in 62 paesi, quindi di esperienze e di ricordi ne ho da riempire un libro. Posso solo fare alcuni esempi: La prima volta che lavorai al Magic Castle fu una esperienza indimenticabile, ero nervoso come una vergine la prima notte di nozze. Ho lavorato al magic Castle per 13 anni (ho smesso quando mi sono trasferito in Florida e non ci sono piu’ tornato). Al Magic Castle ho lavorato in ogni possibile ‘room’ e, mi si perdoni questo annuncio, sono l’unico prestigiatore nella storia del Magic Castle ad essere stato nominato in tutte le sei categorie: Comedy, Stage, Parlor, Close-up, Bar e Lecture. Una esperienza che non dimentico fu l’incontro con Fred Kaps, la mia prima conferenza e il mio primo spettacolo al CMI. Da togliere il fiato! Una esperienza da dimenticare: Lavorare in televisione per il Pippo (Baudo) nazionale. Non faceva per me e ho abbandonato non escoltando proteste di amici e familiari. Non ho mai rimpianto quella decisione di lasciare la TV e l’Italia. Non mi e’ mai mancata l’Italia, ma mi mancano da morire gli ITALIANI!!!!!

3)quali sono i personaggi che ti hanno influenzato di piu’ ed in che modo?

Dopo alcuni anni di spettacoli con un numero MUTO (nessuno che mi conosca un po’ puo’ immaginare che potessi fare un numero muto, senza poter parlare per una quindicina di minuti). E per fortuna lo CAPII anch’io e passai al numero parlato. Posso dire che sono stato forse il primo in Italia a presentare un numero magico comico con parlantina piena di battute e gags. Un tipo di presentazione che poi e’ stata ripresa da Raul Cremona, Forest, due grandi amici e da altri. Quindi, l’influenza maggiore e’ stata di un certo Robert Orben che scrisse innumerevoli libri pieni di battute e che ebbi la fortuna di trovare e tradurre. Tamariz mi ha insegnato a presentare una magia semplice ma di effetto e quindi devo ringraziare il LOCO.

4)quale aspetto della nostra arte preferisci?

La varieta’ che trovi. Studio piu’ ora di quando avevo 20 anni. Mi piace scoprire nuovi effetti, nuove idee, nuove presentazioni, non si e’ mai finito. Ma se dovessi scegliere sceglierei di fare solo conferenze. Come conferenziere mi sento a mio agio, mi piace ingannare chi guarda e poi spiegare il trucco semplice e banale e vedere le facce che ridono e i sorrisi che sembrano indicare un silenzioso….che figlio di (/&%$·$

5)quali sono i tuoi progetti futuri?

Ci siamo trasferiti con mia moglie Rachel in Florida per essere QUASI in pensione. Abbiamo gia’ fatto il tour di addio degli Stati Uniti, dell’Inghilterra, della Germania, della Spagna e della Francia (no, NON ho intenzione di fare il tour di addio dell’Italia) e pensavamo di rallentare un po’ ma stiamo ancora girando come non mai. Voglio stare a casa a registrare nuovi DVDs. Ho iniziato serie che voglio finire prima della mia dipartita! Ho iniziato una serie sulla magia di Nick Trost, chiamata ALDO ON TROST e sono ora al volume no. 14. Una serie dedicata alla magia con le carte ESP e sono ora al volume 18. La magia di NEW PENTAGRAM, sono venti volumi in tutto, e sono ora al numero 8, la magia di MAGIGRAM, sono 26 volumi ne ho ora 9, la magia di SPELL-BINDER, la revista di Stephen Tucker, ora al terzo volume e tante altre serie.
Un salutone a tutti gli amici italiani. Fatevi sentire!
Un abbraccio,
Aldo

3 pensieri riguardo “5 Domande: Aldo Colombini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.