📢Daniela Montieri, #intervista alla moglie del mago!

Di Luca Ramacciotti

Di recente è uscito il libro “Ti amo dal doppio fondo del mio cuore” scritto da Daniela Montieri di professione copywriter, freelance, transcreator, docente, formatrice e moglie di un prestigiatore.

Questo libro si occupa del lato più nascosto della magia. Infatti, se ci sono moltissimi romanzi che hanno per protagonisti prestigiatori (più o meno onesti), è pur vero che delle loro dolci metà non si sa quasi mai nulla. Come è vivere con un prestigiatore?

La Montieri con sguardo beffardo, ironico e affettuoso ci racconta in 18 capitoli (e un test finale) la sua esperienza personale nel campo in questione con delle punte di umorismo puro che faranno ridere sia prestigiatori che vi si ravviseranno sia coloro che ne condividono l’esistenza.

Corredato da una prefazione di Tiziano Berardi e dalle illustrazioni (e copertina) di Luca Negretti il libro è consigliabile a ogni tipologia di mago o di performer, ma anche chi vuole passare dei momenti di puro, sano divertimento intelligente.

Ringrazio per le risposte alle mie domande che, data la tipologia di libro, non mi sono venute in mente proprio tutte serissime…

Disponibile su Amazon https://amzn.to/3djHPC9

1) Al primo appuntamento il Mago si rivela in quanto tale o lo fa quando ormai è tardi?

Difficile rispondere a questa domanda, ho avuto un solo primo appuntamento con un mago, e ti dirò, all’inizio vedere trucchi di magia tutti i giorni era anche piacevole. Il resto, beh, è nel libro.

2) Esiste un’Associazione di Mogli di Maghi?

Che io sappia no, forse se ne dovrebbe fondare una.

3) L’esigenza di trascrivere la propria esperienza è di solidarietà verso le dolci metà di un mago o come analisi sociale?

È una domanda interessante. Sicuramente c’è solidarietà verso le mie “colleghe”… scherzi a parte, il libro potrebbe parlare della moglie dell’architetto, dell’ingegnere, del pubblicitario, di chiunque abbia una fissazione di cui parla sempre. Ecco, mio marito è sposato con una pubblicitaria, a suo modo soffre anche lui.

3) In fondo al libro spiega che ha scritto il libro per vostro figlio. È per evitare che da grande divenga un mago?

Ah ah ah, e chi lo sa? No, in realtà lui è stato la molla che mi ha convinto a mettere nero su bianco gli articoli del blog che scrivevo tanti anni fa e da cui è stato tratto il libro. Quando mi ha detto “aspetta un attimo, tu hai scritto un libro… su papà?!”, mi sono resa conto che all’epoca era piccolissimo e non poteva ricordarselo. Alla fine il libro è un bel ricordo per lui e per la sorellina. E poi è utile, magari gli insegna che ogni cosa può essere vista da tanti punti di vista diversi.

4) Come nasce l’idea del blog all’origine del libro?

Beh, scrivere fa parte del mio lavoro, soprattutto scrivere cose assurde. Avere un marito mago, che frequenta altri maghi, è una continua ispirazione. Ovviamente gli episodi raccontati nel libro non sono ispirati tutti a lui. Spesso sono aneddoti raccontati da amici. Ecco, per esempio lui non ha MAI messo una moneta truccata in un parchimetro, ci tengo a precisarlo!

5) Ha mai avuto il timore che i maghi, vedendosi così svelati, volessero farti scomparire?

In effetti, dai tempi del blog, sono scomparsa per 9 anni. Che sia opera loro? Però poi sono riapparsa, come l’inchiostro simpatico.

6) Vivendo con un prestigiatore ha mai provato la tentazione di passare dall’altra parte della barricata e diventare una maga?

Per carità, sono terribile anche a mischiare le carte!

7) Ci sarà un proseguo di questo libro?

Non so, magari “La madre del mago”…

Un pensiero su “📢Daniela Montieri, #intervista alla moglie del mago!

  • 15 Aprile 2021 in 19:13
    Permalink

    Ho acquistato il libro (e ne ho pure regalato un’altra copia). Tuttavia, quando ho ricevuto la mia copia sono rimasto profondamente deluso dalla pessima impaginazione che mi ha tolto anche la voglia di leggerlo.

    Si dice che anche l’occhio vuole la sua parte e anche l’impaginazione è, pertanto, un aspetto fondamentale di un libro.

    L’autrice avrebbe potuto rivolgersi a un impaginatore professionale.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.