Tarot Magic di Matteo Filippini and Friends #recensione #review

Di Luca Ramacciotti

Un mazzo di tarocchi è probabilmente l’oggetto “magico o misterico” che più ci affascina. Presente in molti film, libri, serie tv con le sue variegate illustrazioni ha da sempre sollecitato la fantasia delle persone. Anche la mente più logica e scettica subisce, da sempre, il fascino che queste carte esercitano sul nostro immaginario. Esistono migliaia di tipologie di questi mazzi di carte (e nel libro Matteo Filippini indica quali possono essere i più utili ed eventualmente anche come caratterizzarli per dar loro una patina di vissuto che possa accentuarne il fascino arcano). Obiettivamente, come sottolinea lui, alcuni effetti accrescono di pathos se li realizzeremo utilizzando i tarocchi anziché un normale mazzo di carte. Questo ovviamente se non vogliamo solo effettuare numeri di destrezza o di “magia”, ma coinvolgere lo (gli) spettatore in un’esibizione che possa toccarli emotivamente. Per questo spiega quali tecniche eviterebbe di eseguire avendo a che fare con i tarocchi rispetto alle carte.

Lo stesso Filippini ha realizzato un mazzo di tarocchi che possono essere utili per alcuni degli effetti descritti essendo già pronti con una particolare segnatura.

Affiancato da Alberto Bassino, Alex Rusconi e Aroldo Lattarulo, Filippini descrive come ottenere il meglio da queste figure ricche di significati misterici partendo dallo studio degli stessi. Ovviamente non si tratta di cartomanzia, ma di sapere il significato di ognuno degli Arcani Maggiori affinché la lettura, l’effetto siano maggiormente efficaci. Come dicevo in apertura le immagini dei tarocchi sono nell’immaginario collettivo per cui è bene essere preparati su cosa ogni figura rappresenti per portare perfettamente in porto la nostra lettura, la nostra divinazione, il mistero del perché è proprio quella la carta scelta. Ovviamente si parla di costruire attorno ad ogni effetto una storia che possa illustrarlo al meglio facendo calare lo spettatore nella giusta atmosfera.

Lattarulo offre una marcia in più affiancando all’uso dei tarocchi la numerologia illustrando una possibile traccia di lettura.

Tutti gli effetti, le routine presentate sono ben descritte e ideate e sicuramente offrono spunti anche per possibili idee o variazioni in base al proprio gusto e alla tipologia di storia che vorremo imbastire.

È innegabile che tra un virtuosismo di carte ed attirare lo spettatore in un’altra dimensione oggi si preferisca maggiormente la seconda ricordandosi però di non strafare mai. Il tutto deve essere condotto con intelligenza e fascino.

Ancora una volta i libri di Filippini si segnalano per la cura con cui sono redatti e l’ampia gamma di possibilità e consigli presentati.

Il libro è possibile acquistarlo sia in versione cartacea sia ebook.

Disponibile in Italiano su Amazon https://amzn.to/317D1Ky

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.