Timeless Deluxe di Liam Montier #recensione #review

La prima volta che ho visto il trailer di Timeless Deluxe non mi aveva convinto, ma dopo aver ascoltato la presentazione di Andi Gladwin ha definitivamente attratto la mia curiosità.

Rivedo il trailer un paio di volte, quell’effetto sembrava miracoloso, soprattutto per le caratteristiche che vantava (e che sono reali); l’unica spiegazione che avevo trovato mi sembrava abbastanza ridicola, perchè una cosa del genere dubito che sarebbe potuta passare inosservata di fronte a uno spettatore medio.

Quando ho potuto averlo tra le mani ho scoperto con disappunto che il metodo che avevo ipotizzato e ritenuto davvero poco efficace era in effetti quello adottato da Liam Montier.

Non voglio sembrare un catastrofista, sono sicuro che nelle mani giuste può essere efficace, ma nelle mie, e per i miei gusti personali, lo reputo un metodo troppo poco “sicuro”; qualcosa che credo possa difficilmente sfuggire a uno spettatore mediamente accorto, e presentativamente parlando credo sia molto importante che l’attenzione dello spettatore sia portata sul quadrante dell’orologio (dovendo comunque ricordarsi l’ora) e questo aumenta drasticamente che lo spettatore possa accorgersi del metodo.

Sicuramente gli darò qualche possibilità in esibizioni informali con amici stretti, ma difficilmente credo che lo userò per le mie performance lavorative.

Distribuito da https://www.murphysmagic.com/Product.aspx?id=63162

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.