Recensione: “Credi nell’impossibile” biografia di Andrew Basso

Di Luca Ramacciotti

Se pensiamo alla fuga da #manette, #catene, casse, camicie di #forza la prima immagine mentale che abbiamo è quella di Harry Houdini entrato nell’immaginario collettivo anche grazie alla complicità del film con Tony Curtis. Ma come può venire in mente ad un #ragazzo di voler emulare proprio le gesta di quel particolare #mago? Ce lo spiega (anzi narra) Andrew Basso @andrewbassoofficial nel suo “Credi nell’impossibile” scritto a quattro mani con Salvatore Vitellino edito da #Mondadori.

Il libro si apre e si chiude con un evento drammatico come se da quel punto così vitale per la carriera di Basso e, nello stesso tempo drammatico per ciò che gli stava accadendo, scaturissero tutti i ricordi i cui passi l’avevano condotto fino a lì. Ci ritroviamo a Borgo Valsugana dove un bambino non viene contagiato dal Bacillus Magicus, ma proprio contagiato, infettato da capo a piedi e travolto. Come diventare maghi in un paesino in un’epoca dove internet nemmeno esisteva? Con la tenacia e la perseveranza. Ordinando libri all’unica libreria, cercando, informandosi, allenandosi costantemente.

Iniziano le prime esibizioni a livello locale, ma ben presto Basso comprende che può essere autodidatta parzialmente e trova non solo un maestro, ma un vero e proprio mentore che capisce la forza di volontà che ha negli occhi il giovanissimo ragazzo e decide di prenderlo sotto la sua ala. Però sotto la cenere non c’è solo la voglia di stupire il suo pubblico, ma di avvincerlo totalmente. Ed ecco che nella sua vita entra l’escapologia. Iniziano di nuovo gli studi, gli esperimenti, la volontà mentale che viola la fisicità che abbiamo.

Fino a che decide di affrontare un’impresa che ha del clamoroso. Passo dopo passo la biografia si dipana con un ritmo tanto da romanzo quanto stupisce la sincerità e l’onestà del racconto.

Un libro che non dovrebbero leggere solo gli appassionati del settore, ma adulti e ragazzi per capire che se vogliamo i nostri sogni (con studio e dedizione) si avverano e che un genitore, seppur in buona fede, non dovrebbe mai contrastare i sogni dei figli.

Disponibile si Amazon https://amzn.to/2Sf0dSN

Credi nell’impossibile. L’arte della fuga per essere davvero liberi di Andrew Basso, Salvatore Vitellino

Ciò che fa sembrare facile un’illusione o un’impresa impossibile sono il sacrificio e l’amore per la perfezione. Solo così si può acquisire il controllo totale del corpo e della mente e tenere a bada la paura. Lo sa bene Andrew Basso, che fin da bambino ha consacrato la propria vita alla magia. Una vocazione, la sua, che ha inseguito con tenacia, nonostante tutto e tutti, durante gli anni dell’infanzia e dell’adolescenza. Oggi che è diventato uno dei più celebri illusionisti, Andrew ripercorre con noi il viaggio che lo ha portato da un piccolo paese in provincia di Trento a calcare i palchi più importanti al mondo. Una vicenda esemplare, quella di Andrew, che può essere una lezione per tutti. Perché la magia ha più punti di contatto con la realtà di quanto crediamo. E la paura di chi sfida la morte su un palco non è molto diversa da quella che paralizza anche noi di fronte alle prove di ogni giorno. “Credi nell’impossibile” racconta da vicino il mondo della magia, con i suoi grandi maestri e le illusioni più spettacolari. Ed è ricco di insegnamenti per tutti perché, come ci spiega Andrew, niente è impossibile se lo vuoi davvero: “Tu hai tutte le chiavi per sbloccare i tuoi desideri. Devi conoscere le chiavi e le serrature per riuscirci. Credere al tuo talento è l’unica via per aprire la porta del tuo sogno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.