Mysteri al Mausoleo 2013 – Torino

Anche quest’anno il CICAP Torino organizza un ciclo di conferenze che si terranno presso il Mausoleo della Bela Rosin, in Strada del Castello di Mirafiori 148/7, oppure, in caso di pioggia, presso la Biblioteca civica Cesare Pavese, via Candiolo 79.
Tutti gli incontri sono aperti al pubblico e con ingresso gratuito.

Gli appuntamenti

Venerdì 28 giugno ore 21.00, presso la Biblioteca Cesare Pavese
Torino mysteriosa: fama (im)meritata?
Ivo Maistrelli

Scopriamo su cosa è basata la fama di “Torino, città magica”. Magia bianca o nera, o entrambe? Monumenti e luoghi di Torino che hanno infiammato la fantasia: dalla Fontana Angelica a Piazza Statuto, dalle Grotte Alchemiche ai fantasmi in città. Un viaggio tra tradizione, superstizione ed indagine scientifica su quanto di strano è avvenuto o continua ad accadere in Torino, sui luoghi fausti e nefasti, sulla “concentrazione del bene e del male”.

Ivo Maistrelli. Nato il primo giorno di pace dopo la guerra, si è sempre interessato di scienza, anche se la sua carriera lavorativa lo ha portato su altri percorsi. Fin da adolescente si è sempre chiesto il perché delle cose, per cercare di capire, e per il gusto di sapere. Entrato nel CICAP non appena andato in pensione, collabora con il gruppo piemontese nella sezione indagini, occupandosi, tra l’altro, della catalogazione e dell’archivio di documenti realativi alle tematiche del Comitato.


Venerdì 5 luglio ore 21.00
I trucchi della mente
Beatrice Mautino e Marco Aimone

Sul palco gli illusionisti eseguono veri e propri esperimenti scientifici, talvolta più efficaci di quelli condotti in laboratorio. E quando capiremo come i prestigiatori “manovrano” il nostro cervello, capiremo anche come gli stessi trucchi cognitivi agiscono nelle campagne pubblicitarie, negli affari e nelle relazioni interpersonali.

Beatrice Mautino. Biotecnologa con un dottorato in Neuroscienze, si è specializzata in comunicazione della scienza. Progetta laboratori didattici ed eventi di divulgazione scientifica, ha un’insana passione per le pseudoscienze e perde tempo divagando di scienza sul suo blog. Per il Cicap dirige la versione online della rivista Query.
Marco Aimone. Illusionista di grande talento, è stato il primo artista italiano ad aggiudicarsi il concorso della Silvan Magic Academy e con esso il titolo di Master of Magical Arts. Nasconde dietro ironia e sensibilità una tecnica raffinata. È attualmente presidente del Circolo Amici della Magia di Torino, che sta portando a una nuova notorietà con numerose iniziative.


Giovedì 18 luglio ore 21.00
Il “fascino” del crimine tra finzione e cruda realtà. Da Cesare Lombroso a C.S.I.
Massimo Centini

Siamo così abituati a “conoscere” la criminologia dall’overdose di film, serial e soprattutto dal mare magnum di fatti di cronaca sviscerati in programmi di approfondimento, che ormai ci pare di sapere “chi è l’assassino” solo ascoltando un frammento della dichiarazione di un investigatore, i pareri di un esperto della scientifica, o l’ipotesi investigativa di un magistrato. La realtà è però ben altra cosa: una dimensione fatta di tragedia, orrore, reperti e sangue. Malgrado questi risvolti inquietanti e apparentemente scostanti, la criminologia affascina un pubblico sempre più vasto ed eterogeneo.

Massimo Centini (1955), laureato in Antropologia Culturale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Torino. Ha lavorato a contratto con Università e Musei italiani e stranieri.Tra le attività più recenti: a contratto nella sezione “Arte etnografica” del Museo di Scienze Naturali di Bergamo; ha insegnato Antropologia Culturale all’Istituto di design di Bolzano. Docente di Antropologia culturale presso la Fondazione Università Popolare di Torino, insegna “Storia della criminologia” ai master corsi organizzati da MUA – Movimento Universitario Altoatesino – di Bolzano..


Venerdì 6 settembre ore 21.00
Bias: sbagliare è umano, perseverare… anche
Marta Annunziata, Luca Antonelli

Il termine “Bias” si può tradurre come pregiudizio, predisposizione, o parzialità, e descrive un errore sistematico di un ragionamento o di una valutazione. In ambito scientifico, indica tutte le componenti dell’esperimento che possono alterarne il risultato in una stessa direzione, e che possono arrivare fino a compromettere completamente l’esperimento.
Ma il rischio di cadere in bias o pregiudizi è sempre in agguato, anche nella vita di tutti i giorni, ed è una parte integrante del modo in cui noi stessi vediamo il nostro mondo. Questa conferenza è una sorta di “Viaggio nel mondo del pregiudizio”.

Marta Annunziata. Laureata in Biotecnologie Mediche, ha svolto il dottorato di ricerca presso l’Università di Torino e si è occupata per alcuni anni di divulgazione scientifica. E’ coordinatrice dei gruppi locali del CICAP.
Luca Antonelli. Matematico e informatico, fa parte del gruppo CICAP di Cuneo, dove ha seguito alcune ricerche sui sistemi matematici per vincere al Lotto e sul presunto effetto della Luna sulle nascite. E’ coordinatore del Gruppo Indagini del CICAP Piemonte.


Venerdì 20 settembre ore 21.00, presso la Sala polifunzionale ATCcorso Dante 14
Curarsi con un granello di sale: chimica, stregoneria e raziocinio
Marco Malvaldi

Un tempo i ciarlatani si affidavano alla potenza delle formule magiche. Nel presente sovente si affidano al potere delle molecole. Purtroppo le molecole fanno quello che é insito nella loro natura chimica, e non quello che noi crediamo sia plausibile o auspicabile. Facendo leva sulla nostra ignoranza, possiamo venire convinti di poterci curare sempre da soli.
In questa conferenza verranno presentati vari esempi di ciarlataneria molecolare e verrà rinnovato un invito sempre valido: il vostro medico probabilmente sa curarvi meglio di voi.

Marco Malvaldi. Dopo la laurea in chimica, e contemporanei studi di conservatorio, ha provato a fare il cantante lirico professionista, stroncato dalla critica, mai dal pubblico perché assente quando cantava. Sul fronte universitario non è andata molto meglio; all’ultimo concorso da ricercatore a cui ha partecipato, si sono presentati in ventisei per un posto. La spietata concorrenza, unita ad una scarsa propensione del Malvaldi per lo sciacallaggio e l’omicidio, non fanno sperare in meglio per il futuro. Appesa l’ugola al chiodo, e messo in un cassetto chiuso male il mestiere di chimico, nel frattempo si è dedicato alla scrittura: ha pubblicato per Sellerio quattro gialli ambientati in Toscana (La Briscola in Cinque, 2007; Il gioco delle tre carte, 2008; Il re dei Giochi, 2010; Odore di chiuso, 2011; La carta più alta, 2012;Milioni di milioni, 2012). Oltre ai romanzi, Malvaldi coltiva la passione per la divulgazione scientifica: nel 2012 ha scritto, insieme con Roberto Vacca, La pillola del giorno prima (Transeuropa) nel quale i due affrontano con curiosa insolenza il rapporto tra salute pubblica e farmacopea.

Per ulteriori informazioni: torino@cicap.org

Fonte http://www.cicap.org/piemonte/cicap.php?section=speciale&content=mausoleo2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.