La Magia nei Libri – Carlo Rossetti

“Se le pagine che seguono avranno la buona ventura di riuscire a convincere qualche lettore a tentare la via che esse intendono spianare, l’Autore gli porge fin d’ora i migliori auguri di lieto successo e giudicherà di non esser stata vana la sua modesta fatica.”

Con queste parole terminava, Carlo Rossetti nel 1935, parte dell’introduzione del suo primo libro dedicato all’arte Magica, “Magia delle carte”. Penso che l’ammiraglio Rossetti, si possa ritenere pienamente soddisfatto del lavoro svolto, poiché intere generazioni di maghi dilettanti e professionisti hanno tratto ispirazione, hanno appreso tecniche e riconosciuto l’importanza della cultura e della dialettica, e di conseguenza della presentazione come fondamento dei più grandi successi. A tal proposito si trova, tra queste pagine, la frase che Silvan utilizzerà nel 1974 come principio fondamentale per il suo Manuale, edito da Mondadori:

“Sapere come si esegue un gioco è men che nulla, saperlo fare è già qualcosa, ma ciò che più conta è di saperlo presentare.”

Carlo Rossetti nacque a Torino nel 1876, ricoprì incarichi importanti all’interno della Società delle Nazioni, ebbe una personalità poliedrica, fu linguista, docente universitario e pubblicista. Una trentina sono i libri da lui pubblicati che spaziano dalla politica alla geografia, alla linguistica, fino alla prestigiazione.

Tre sono i libri dedicati alla magia, pubblicati da Rossetti, i quali contribuirono a colmare l’enorme mancanza esistente nella letteratura magica italiana dell’epoca. I pochi testi dedicati all’arte magica pubblicati in Italia erano di difficile reperibilità, spesso molto superficiali e poco tecnici, oppure malfatte e raffazzonate traduzioni da testi inglesi o francesi.

Carlo Rossetti non si limitò ad essere scrittore e teorico dell’arte magica ma praticò l’illusionismo con ottima tecnica nella parte finale della sua avventurosa vita. Morì a Roma nel 1948.

Tre sono i volumi pubblicati da Carlo Rossetti :

“Magia delle carte” prima edizione nel 1935, Editore Ulrico Hoepli di Milano. Numerose le edizioni successive, rivedute, aggiornate e ampliate (fino all’ultima del 2007). La mia copia è una quinta edizione del 1958 che si apre con i ringraziamenti al Club magico italiano per la collaborazione, da parte della figlia Benedetta Rossetti.

Una vera e propria “bibbia” della cartomagia, 600 pagine e 252 illustrazioni con cui tutto è spiegato:
Gli strumenti: a partire da mazzi di carte, speciali e non, metodi e tecniche, forzature e controlli. Giochi da tavola e da sala. Molto interessante anche la bibliografia e l’appendice dedicata ai termini tecnici.
Il titolo completo recita:

MAGIA DELLE CARTE trattato completo di prestigiazione con le carte ad uso delle persone colte, tanto professionisti che dilettanti dell’arte magica, con tutti i prestigi antichi e moderni che si compiono con le carte da giuoco. aggiuntivi i principii generali della prestigiazione e una diffusa bibliografia critica dell’ARTE MAGICA.

“Il trucco c’è ma non si vede” prima edizione del 1941. Anche in questo caso le edizioni successive sono state molteplici, con aggiunte e revisioni, fino all’ultima del 2007. La mia copia è una seconda edizione, considerevolmente accresciuta, del 1944.

Il libro inizia con alcune belle pagine di storia della magia e dei prestigiatori italiani del secolo XVIII e XIX, seguono “Prestigi d’ogni sorta” e “Prestigiazione matematica”. 400 pagine e 292 illustrazioni senza riferimenti al libro precedente.

Molto bella la lettera-dedica al figlio Ferruccio, prigioniero in un campo di concentramento:

“se oggi scrivo il tuo nome sulla prima pagina di questa nuova edizione è per la speranza che essa ti possa giungere nel campo di concentramento che ora ti ospita ed essere per te… …una fonte di distrazione durante le lunghe ore della desolata attesa.”

Il titolo completo recita:

IL TRUCCO C’ E’… MA NON SI VEDE! Giuochi di prestigio facili e dilettevoli d’ogni sorta e d’ogni tempo insegnati ai giovani dilettanti insieme con rare nozioni sull’arte dei prestigi e la sua storia

“Mago in due minuti manualetto di prestigiazione spicciola” Edizione unica aprile 1944. Scritto appositamente su richiesta della EDIZIONI POLILIBRARIA di Roma per la collana “Segreti Svelati” e dedicato esclusivamente ai principianti.

Un libro dai contenuti non eccelsi, molto semplice, ma la bassa tiratura rende questo piccolo manuale un pezzo molto raro e ricercato dagli appassionati. Il libro in sintesi tratta la “prestigiazione spicciola” giochetti da eseguire senza particolari abilità e senza apparecchi specifici. Giochi con le carte, memoria magica, spiritismo prestigioso, prestigi elementari e problemi matematici. Da sottolineare lo sforzo, per niente scontato, di non ripetere nulla di già scritto in precedenza.

Anche in questo caso non manca una dedica ai suoi lettori, che riporto integralmente, che assume un altissimo valore simbolico visto il periodo bellico in cui i suoi libri andarono in stampa.

“A VOI, cari ragazzi che foste i compagni dei miei figliuoli, cui le cadute di Addis Abeba e di Tunisi hanno ridotto in prigionia, ed A VOI, pure, eterni ragazzi che siete compagni del mio dolore, DEDICO le pagine di questo allegro libretto. Possano esse recarvi qualche momento di sana letizia e farvi dimenticare per qualche istante le gravi preoccupazioni che sono ora il nostro cibo quotidiano. DIO vi protegga, figliuoli ed amici, e vi aiuti a traversare incolumi il mare di sofferenze che tuttora ci separa dal giorno in cui l’amore sarà ritornato tra gli uomini e la stella d’ Italia brillerà di nuovo.
ROMA 1 Aprile 1944”.

E’ possibile sfogliare “Mago in due minuti” al seguente link:
https://www.march.es/bibliotecas/ilusionismo/ficha.aspx?p0=magia%3A138

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.