Intervista a Frutillas con Crema

É giocoliere, mimo, equilibrista… insomma è un artista a 360 gradi. Stiamo parlando di Claudio Martinez, membro di spicco della compagnia artistica cilena “Frutillas con Crema”, nonché quarto protagonista, con lo spettacolo “Petit”, della rassegna “Sim Sala Blink” organizzata dal Circolo Magico Blink di Dronero.

1) Da dove nasce il nome della compagnia?

Il personaggio principale del primo spettacolo si chiamava “Frutillas con Crema” e al pubblico era piaciuto molto, allora abbiamo deciso di tenerlo come nome della compagnia.

2) Come è nato e cosa racconta lo spettacolo “Petit”?

Petit nasce da una ricerca incentrata sulle piccole cose, i piccoli gesti che possiamo trasformare in grandi cose usando il nostro corpo.

3) Quali sono le caratteristiche di uno spettacolo muto (come è “Petit”)?

Essenzialmente che puoi farlo in qualunque luogo, non hai bisogno di una location particolare insomma. E poi l’artista, fisicamente, consuma molta più energia perché deve trasmettere qualcosa al pubblico senza parlare, usando solo i gesti.

4) Hai lavorato in molti paesi diversi: quale pubblico ti è piaciuto di più e quale di meno?

In Catalogna e a Portorico ho trovato i pubblici migliori. Mi sono trovato in difficoltà, invece, a Singapore perché lì alla gente non piace essere toccata e io nel mio spettacolo interagisco molto, anche fisicamente, con le persone.

5) Che progetti hai per il futuro?

Ad aprile debutterà il mio quarto spettacolo, “Fatiga”, sempre muto.

Di Giulia Galliano Sacchetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.