Recensione: FIDM 2015 – Festival Internazionale della Magia di San Marino

Come ogni anno, è tornato il weekend magico per il Festival Internazionale della Magia di San Marino, dal 13 al 15 marzo. La novità principale di quest’anno oltre al festival è stata la street magic nelle vie e piazze della magica repubblica ed anche la magia ai tavoli nei vari ristoranti e pizzerie del centro storico.

Il primo giorno, è cominciato con l’ufficiale apertura del congresso nel primo pomeriggio ed in contemporanea alle prove del concorso magico, si è tenuta la conferenza di Aldo Ghiurmino sulla storia del FISM. La sera stessa del 13, si è tenuto il “Trofeo Arzilli”, al quale hanno partecipato Goldman (Stefano Fortino), Gaia Elisa Rossi, Davide Tizzano, Francesco Rizzo, Luca Mercatelli, Illusionista Grimaldi (Luigi Grimaldi), Charliny (Carlo Tortora), Mago Daniel, Francesco Cofano, Gaetano Sebastiano ed Alberto Vio. La serata è stata presentata da Andrea Baioni, ed il vincitore del trofeo è stato Davide Tizzano, ottenendo così una borsa di studio da 500 euro più la qualificazione al campionato nazionale di magia. La giuria però ha voluto anche dare un premio speciale a Gaia Elisa Rossi, dandole (oltre la qualificazione al campionato nazionale) la possibilità di esibirsi al gala per il festival del prossimo anno.

La seconda giornata comincia con la conferenza di Alpha, un maestro nella magia col fuoco e con gli animali. Nel pomeriggio si sono tenute ben 3 conferenze ed un workshop: Mickael Chatelain ha tenuto una conferenza mostrando alcune sue creazioni, e successivamente ha tenuto un workshop sulla costruzione delle “carte flap”; dopo di lui, Marta invece ha mostrato come fare magia per bambini, proponendo una vera e propria storia legando tutti gli effetti insieme, ed avvalendosi dell’aiuto Maya, la sua cagnolina. Infine la terza conferenza è stata quella di Vittorio Belloni sul close-up, che ha mostrato diversi effetti spiegando nel dettaglio passaggio per passaggio con tutti i possibili accorgimenti necessari.

Nella serata invece, si è tenuto il gala al quale hanno partecipato Gabriel (creatore del festival) in apertura, seguito da Mago Russell, Shezan e poi Vittorio Belloni, e dopo l’intervallo, tocca a Gilly , Florian, Vittorio Belloni, Hannah ed in chiusura Alpha. La serata è stata presentata da Raul Cremona.

La domenica, ultimo giorno del congresso, durante la mattinata 2 importanti conferenze: Frank Cadillac parla di grandi illusioni, specialmente la levitazione, e dopo di lui, tocca a Raul Cremona, che tratta soprattutto dell’incisività che deve avere il mago per poter stupire. Prima di Raul però, c’è stato il concorso di close up che ha visto come solamente due concorrenti: Andrea Strangio (vincitore) e Gaia Elisa Rossi.

Il festival si conclude dunque con altri due eventi: la partita di calcio tra la Nazionale Italiana Prestigiatori e la Asco 35, ed uno spettacolo di magia per famiglie, i cui artisti erano Claudio Gatti, Karly Ann, Gilly, Andrew, Zu Sciavè, Gabriel ed Andy, il tutto presentato da Walter Maffei.

Ovviamente, un festival così non era realizzabile senza Gabriel, che è l’organizzatore, ed il suo incredibile staff composto da Mario Baldantoni, Willy, Matteo Giorgetti, Angela Signoretti, Valerio Chiarello, Rubert, Kevin Gualandris, Gilly, Saverino La Placa, Vincenzo Russo, Lorenzo Para, Davide Zoli, Sharon Troiano, Giuseppe Falanga ed Andrea Giso. Al prossimo anno!

Francesco Rizzo

Un pensiero riguardo “Recensione: FIDM 2015 – Festival Internazionale della Magia di San Marino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *