La Magia 2.0, la Magia non usata dai professionisti

Di Antonio Cacace (canale YouTube https://www.youtube.com/channel/UCzC4NFQcmq5lLqHezqIF58w/featured)

Lo so cosa avete pensato quando avete letto il titolo, sono un Mentalista! Avete pensato: “Che diavolo è la Magia 2.0?”.

Se non l’avete capito è quella che stiamo vivendo tutti noi oggi, Professionisti e Appassionati, quella Magia fatta di video, di social e di community. Si sa perfettamente che la Magia quella Vera, la si vive Live, negli spettacoli, nelle serate, nelle conferenze, ma è un dato di fatto ormai che la Magia odierna è vissuta principalmente attraverso il web, tutto questo è dovuto alla sua facilità di accesso, quindi prima lo accettiamo e capiamo che il mondo sta cambiando e prima saremo più in pace con noi stessi, senza stare lì a lamentarci 24 ore su 24. Le cose stanno così, il web vince su tutto, la nostra vita è raccolta lì, il web è lo specchio della realtà e come prima esisteva Magia fatta bene e la Magia fatta male, anche oggi attraverso il web vediamo Magia fatta bene e Magia fatta male, punto!

Bisogna capire da che parte si vuole stare e soprattutto se si vuole entrare a far parte dei giochi dell’internet Magico, se così non fosse credo che si faccia meglio a stare sulle proprie senza lamentarsi troppo, percorrendo il proprio percorso artistico in tutta tranquillità, se invece si vuole far parte del gioco, bisogna rimboccarsi le maniche e portare la propria Magia in questo nuovo contesto, vi spiego la mia riflessione.

Ragazzi curiosi e molto giovani che vogliono imparare argomenti nuovi, cercano ovviamente la strada più rapida per accedere a determinate informazioni e sappiamo tutti che oggi la strada più rapida per fare questo è internet, con i suoi relativi Youtube, Facebook, Instagram ecc…, e qui nasce il problema, perché purtroppo queste piattaforme essendo molto moderne vengono utilizzate in maniera costante principalmente da giovani, che vivono quasi in simbiosi con quest’ultime, questo porta di conseguenza a trovare per quanto riguarda la Magia (ma sicuramente anche per altri rami), giovani con poca esperienza che riempiono internet con materiale magico scadente che non ha né capo né coda, chi lo fa per voglia di apparire, chi lo fa per puro divertimento, chi lo fa perché magari è convinto davvero di sentirsi un esperto solo perché ha imparato un semplice gioco e di conseguenza secondo il suo pensiero questo è un valido motivo per poterlo insegnare (male) ad altri; generando altri “mostri magici” a loro immagine e somiglianza che faranno la stessa cosa, creando un vortice vizioso che non finirà mai, fin quando però uno di loro non si troverà di fronte a un Vero Professionista della Magia, che gli farà capire come stanno realmente le cose, facendogli aprire gli occhi e mettendolo sulla strada giusta!

Ma tutto questo mi porta spontaneamente a pormi un’altra domanda che è questa, perché internet è pieno di giovani Maghi con poca esperienza che si sentono in diritto di generare contenuti scadenti, mentre Veri Professionisti con anni di esperienza alle spalle che avrebbero tanto da offrire alle nuove leve, sono in disparte e sembrano non esistere?

Personalmente credo che le risposte a questa domanda siano molteplici, prima di queste è che sicuramente i giovani essendo appunto giovani sono più propensi a notare le novità e a farle proprie, sfruttandole, mentre gli “anziani” ancorati ad un modo di pensare più vecchio arrivano a notarle più in ritardo.

Un’altra risposta a questa domanda è che essendo appunto per i non giovani cose nuove, molto spesso, serve loro più tempo per capire come funzionano determinate dinamiche, e questo più tempo non
permette di produrre, permettendo di creare a chi ha più tempo a disposizione molti contenuti (scadenti), ma che surclassano e nascondono quei pochi di qualità. Ormai è un dato di fatto, su internet, sui social, non conta più solo la qualità ma anche la quantità, bisogna essere quasi onnipresenti se si vuole davvero provare a dare o a fare qualcosa.

Un’altra risposta potrebbe essere che quelli più “anziani” non hanno e non riescono a sviluppare velocemente le stesse capacità che un giovane ha per creare contenuti interessanti, in formato video foto o altro, proprio perché il proprio modo di fare è giudicato vecchio e di conseguenza non funziona, come si dice oggi in gergo giovanile non è Cool!

Tutto queste risposte sono giuste e valide e potrebbero rappresentare una buona giustificazione del perché un Professionista Magico ancorato al suo vecchio modo di pensare e di fare Magia non riesce a portare alle nuove leve presenti sul web la propria esperienza attraverso il web. Fin qui tutto regolare ma il problema nasce quando un Professionista che ha tutte le carte in regola per poter fare non fa stando lì a lamentarsi della schifezza dei contenuti magici che si trovano in giro per il web, non ci sono giustificazioni per questo e credo che se non si ha voglia di agire la miglior cosa fare è stare in silenzio e continuare il proprio percorso!

Per concludere se non si è ancora capito, il mio è un richiamo a tutti i Professionisti della Magia, un richiamo che dice di non demonizzare le nuove tecnologie credendo che vanno solo a discapito della Magia, ma anzi di adorarle e sfruttarle nel miglior modo possibile, in maniera intelligente e fruttuosa, generando nuove leve che possano far sì che la Magia non muoia!

Ed è anche un richiamo per le nuove leve che non hanno molta esperienza e che vogliono realizzare contenuti Magici per il web, il consiglio è, prima di fare ciò studiate, crescete, maturate! Non fatevi accecare dalla voglia di apparire, il successo sarà molto più grande, quando in futuro potrete dimostrare di valere tanto!

“Sii tu il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” (M. Ghandi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *