Gli altri lati di Max Maven

Articolo su MAx Maven da Praestigiator.com.
http://www.praestigiator.com/index.php?p=box/2013/03/10/gli_altri_lati_di_max_maven

Questo articolo di Eugene Burger1 approfondisce alcuni aspetti meno noti di Max Maven, uno dei mentalisti più grandi del mondo. Fu pubblicato la prima volta su Linking Ring (febbraio 2000).
«Buh!»
Buh? Che razza di apertura è questa? Max Maven ha impiegato cinque anni per concepirla (e credo che questo dica qualcosa sulla sua attenzione ai dettagli).
Quando Phil Willmarth mi chiese di scrivere questo articolo, sottolineò il fatto che — sebbene parte del lavoro di Max sia ben nota nell’ambiente della comunità magica — come persona Max non è conosciuto da molti. Quello che gli illusionisti sanno di lui si limita generalmente alle sue apparizioni negli special televisivi (anche se si possono scoprire molte cose sulla carriera di Max Maven andando sul suo sito www.MaxMaven.com). Il mio obiettivo è di aiutare i lettori a capirlo meglio come individuo.
Uno dei motivi che mi ha spinto ad accettare questo compito è che Max è stato oggetto di moltissimi fraintendimenti e critiche ostili — sia su Internet che su carta stampata — non sempre rivolti a lui come performer, ma anche come persona, spesso da individui che non lo conoscono.
Sembra quasi che Phil Goldstein sia stato così bravo a creare il personaggio teatrale di Max Maven da convincere chi non lo conosce che la sua personalità si identifichi con quella creata ad arte — confondendo così mito e realtà. Essendo uno degli amici più stretti di Max, ho sempre considerato questo fraintendimento poco rispettoso quando non addirittura frustrante. Finalmente ho l’occasione di rimettere un po’ le cose nel loro giusto ordine.
Dopo aver accettato di scrivere questo articolo, ho scritto a venti personalità note nell’ambito della magia (le prime venti che mi sono venute in mente) per spiegare loro cosa stessi facendo e coinvolgerle nel caso avessero voluto dire qualcosa di Max. Ho ricevuto subito diverse risposte, e intanto ho continuato a pensare a chi altri allargare la proposta. Dopo un po’ di riflessioni, ho deciso di fermarmi alle prime venti e aspettare di vedere cosa mi avrebbero mandato. Condividerò alcune delle loro impressioni, per mostrare Max da punti di vista diversi, espressi da persone diverse. Sfortunatamente non potrò essere esaustivo rispetto a quello che ho ricevuto, ma ho tratto grandi spunti da tutti i pensieri che sono stati condivisi con me.
Il mio obiettivo non è quello di “difendere” Max, quanto piuttosto di mostrare alcuni degli altri lati della “persona” di Max.

Continua la lettura su http://www.praestigiator.com/index.php?p=box/2013/03/10/gli_altri_lati_di_max_maven

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *