Come arrotondare gli angoli delle carte

Le carte corte o con gli angoli corti, per gli anglofili “Short Card” e “Corner Short Card” possono fare miracoli, e se fatte bene sono davvero difficili da distinguere dalle altre.

Il problema più grande nella creazione di questo gimmick e’ riuscire a ad arrotondare bene gli angoli delle carte da gioco, molti consigliano vari espedienti per avere un buon risultato.

Per fare una carta corta si taglia meno di “na frisa” (misura piemontese che equivale ad un millimetro), e poi si arrotondano gli angoli per farli simile agli altri, per farlo si puo’ usare un taglia unghie o una forbice. Qualcuno usa un’altra carta come dima (appoggiandola sopra e seguendone il contorno).

Per fare una carta dagli angoli corti di solito si aumenta il raggio di due angoli opposti, generalmente quelli dove ci sono gli indici, anche se tutto dipende da come la si andrà a cercare nel mazzo, se con il pollice sinistro facendo un riffle nell’angolo esterno sinistro tenendo il mazzo con la sinistra, o con il pollice destro nell’angolo interno sinistro sempre tenendo il mazzo con la sinistra. Alcune volte invece si tagliano tutti gli angoli per avere una carta più versatile e “simmetrica”.

Per arrotondare gli angoli, pero’, ci sono vari sistemi, ne ho provati alcuni, cercando su Amazon parole come: arrotonda angoli, fustella angoli, angoli fotografie, corner punch, etc…

Partiamo dall’inizio, quale e’ l’angolo, il raggio, con cui vengono arrotondati i bordi delle carte utilizzate dai maghi, in questo caso le Bicycle della USPCC (The United States Playing Card Company)?

Da una piccola ricerca, anche grazie al sito The Magic Cafè, si scopre che il raggio con cui vengono arrotondati i bordi delle carte e’ di circa 3 mm, 1/8 di Pollice, per la precisione 3,175 millimetri. Una arrotonda angoli da 3mm va benissimo.

Due problemi poi nel trovare il modello giusto, la misura del raggio e la qualità di taglio.

Molto spesso questi arrotonda angoli hanno solo informazioni come “angolo grande”, “angolo piccolo”, etc… senza una misura effettiva. Alcuni modelli permettono di selezionare tra due o più angoli di taglio.

Poi sorge dalla qualità del taglio, per esempio il modello “Crop-a-dile Corner Chomper” e’ pessimo, il modelli “Docrafts Xcut” sono molto precisi e buoni.

Ne ho provati almeno 5, ed al sesto ho trovato quello perfetto, si chiama “Round PRO whether Sansutabungu” di marca giapponese. Ha tre raggi di taglio, 3 mm come quello standard delle carte per le carte corte, 5 mm per fare le carte con gli angoli corti, ed infine un 8 mm sia per le carte giganti sia per fare “altro”, con un bel taglio preciso e pulito. Molto consigliato!

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*